Uno studente di 18 anni di Taiwan è morto di recente per tumore allo stomaco dopo aver mangiato spaghetti istantanei ogni giorno. Il ragazzo, stando a quanto riporta la stampa del paese asiatico, aveva preso l'abitudine quando era ancora un bambino, durante le scuole elementari; negli ultimi anni era però ingrassato e la famiglia, notando l'anomalia, l'aveva fatto sottoporre a una visita medica.

Il responso dei medici è stato il peggiore possibile: il ragazzo aveva infatti un tumore in stadio terminale, con tanto di metastasi diffusa in molti altri organi. Il giovane si è sottoposto ai cicli chemioterapici, ma nonostante ciò è morto. Il tumore, infatti, era avanzato così tanto da non lasciargli alcuna speranza. Secondo i familiari della vittima a giocare un ruolo determinante sarebbe stato il regime alimentare sostenuto dal diciottenne: in particolare potrebbe aver costituito un serio problema il consumo pressoché quotidiano, e durato anni, di spaghetti precotti e conservati in scatola. Il giovane, però, avrebbe mangiato anche ingenti quantitativi di insaccati e altri cibi molto grassi, ignorando quasi del tutto invece frutta e verdura.