Il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, non accetta la decisione dei giudici di assolvere l’ad di Autostrade, Giovanni Castellucci, per la strage del bus di Avellino. Di Maio pubblica sul suo profilo Facebook un video in cui si sentono le urla dei parenti delle vittime che contestano la sentenza. E se la prende con quella che definisce la “feccia politica”, coloro i quali hanno firmato i contratti con Autostrade. “Le sentite queste grida? – scrive Di Maio –. Sono quelle di chi si sente dire dallo Stato che non esiste un colpevole per la morte di suo figlio, sua figlia, sua mamma, suo papà, suo fratello, sua sorella. Morirono in 40 precipitando giù da un cavalcavia con un pullman in provincia di Avellino. Quel guard rail di Autostrade poteva reggere invece di essere tranciato come carta velina? Secondo molti esperti e periti che hanno preso parte al processo, sì! Secondo i giudici invece, Autostrade per l’Italia non ha colpe. È incomprensibile. Ma il mio non è un attacco ai giudici”.

Di Maio se la prende con la politica, cercando di spiegare che il suo non è un giudizio sulle toghe: “Il grido di dolore delle famiglie delle vittime di Avellino dopo l'assoluzione dell'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia Giovanni Castellucci lo capisco e mi fa incazzare. Per essere chiari: io ce l’ho con la feccia politica che in questi anni ha firmato ad Autostrade contratti capestro che li solleva da ogni responsabilità, dandogli tutte le garanzie economiche e legali del caso. È dalla caduta del Ponte Morandi che come Governo stiamo lavorando per togliere le concessioni ad Autostrade. Più ci leggiamo le carte, più capiamo che ai Benetton era stata garantita impunità e profitti sicuri come a nessuno mai nella storia di questo Paese. Ma ce la faremo a spuntarla. Non so quanto tempo ci vorrà, ma le autostrade ce le riprendiamo”.

Il vicepresidente del Consiglio assicura che toglierà col suo governo la concessione ad Autostrade per l’Italia: “Non dimentico la promessa fatta ai familiari delle vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova: toglieremo la concessione ad Autostrade per l'Italia. Chi sbaglia paga e deve essere messo in condizioni di non nuocere più. Un abbraccio alle famiglie delle vittime di Avellino e del Ponte Morandi”.