Battere la Russia per avere la certezza di partecipare alla Final Six del Mondiale di Volley 2018 che si disputerà a Nagoya (Giappone). L'Italia femminile di coach Mazzanti ha ancora un ostacolo da superare ma nel frattempo si gode la bella vittoria (settima consecutiva, 21 punti, primo posto nella ‘pool F') ottenuta contro la Thailandia a Osaka (3-0 con parziali di 25-15, 25-12, 25-15) al termine di un match che ha visto le Azzurre in campo con lo stesso ‘sestetto' protagonista nelle precedenti partite. Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro. Questo lo schieramento iniziale, al quale si è aggiunta a sfida in corso Elena Pietrini (al posto di Lucia Bosetti).

La partita. Di tutt'altro spessore la Thailandia rispetto alle avversarie delle ultime uscite. La strategia è subito chiara: sfruttare il servizio per provare a mettere in difficoltà le Azzurre come testimonia il 6-9 in avvio di match. Piano riuscito a metà… almeno fino a quando l'Italia non ha preso le misure fino a vanificarlo: sul 10-10 quello che sembrava una gara in equilibrio ha spostato l'ago della bilancia dalla parte delle pallavoliste tricolori. Ci hanno pensato Sylla e Bosetti (implacabili) a martellare la difesa asiatica consentendo all'Italia di prendere il largo nel set (16-13) fino a piazzare – forti anche di una performance in battuta quasi perfetta – il 25-15.

Nella seconda frazione è salita in cattedra Paola Egonu e per la Thailandia non c'è stata più storia: 7 punti (70%), filotto vincente, sensazione che ormai la gara fosse in pugno e, per quanto le asiatiche cercassero di rientrare in partita, nessun rischio che potesse sfuggire di mano. Sicché anche quando Lucia Bosetti lascia momentaneamente il posto a Elena Pietrini il trend di rendimento non cambia (14-6). Ce n'era abbastanza perché le azzurre, nonostante il larghissimo vantaggio, riuscissero a condurre il match in porto (25-12). Terzo game scandito dall'orgoglio delle avversarie fino al 13-10 poi l'Italia ha alzato il ritmo e ripreso il comando dell'incontro fino al 25-15 finale. Dopo il giorno di riposo appuntamento a mercoledì (alle 9.10 in diretta su Rai2) contro la Russia.