La serata italiana alle Universiadi 2019 si è chiusa con il classico botto per gli sport a squadre. Dopo il bronzo nel calcio maschile conquistato nella finale per il terzo posto ai danni della Polonia e l'argento rimediato dal sette rossa che ha capitolato contro l'imbattibile Ungheria nella pallanuoto femminile è arrivata la medaglia dal metallo più prezioso per il volley maschile.

La nazionale italiana maschile di pallavolo, infatti, ha battuto 3-2 la Polonia nella finale alle Universiadi Napoli 2019. I ragazzi di Gianluca Graziosi hanno conquistato un match difficile in cui sono stati sempre costretti ad inseguire gli avversari (16-25, 25-20, 22-25, 24-23). Alla fine però, si sono aggiudicati il decisivo tiebreak 15-10.

Un successo che rilancia in alto il volley italiano che a distanza di 49 anni torna a conquistare una medaglia alle Universiadi e proprio come nel 1970 lo fa vincendo l'oro. In una finale che non ha mai avuto tregua, in cui gli azzurri hanno spesso rischiato di crollare davanti ad una Polonia a tratti perfetta. Le due squadre hanno dato vita a una sfida avvincente e giocata a viso aperto con i ragazzi di Gianluca Graziosi in grado di raggiungere per due volte la parità prima di aggiudicarsi il quinto e decisivo set.

La partita e il trionfo finale

Al Pala Sele di Eboli è stata una tiratissima sfida contro la Polonia ha visto gli azzurri andare due volte sotto, per poi reagire e prendersi la vittoria al tie-break. 15- 10 il risultato del quinto set, con un grande equilibrio  che ha visto prima la Polonia portarsi sul 6-8 ma che ha aperto alla reazione azzurra in grado di tornare in partita, sul 9-9 con un punto decisivo di Raffaelli. Sul 10-10 la scintilla: primo tempo di Ricci e l’Italia diventa incontenibile, segnando 5 punti di fila e conquistando il 3-2 finale per la gioia del pubblico che ha sostenuto gli azzurri in una partita davvero prodiga di emozioni.