Maria Sharapova tornerà a tutti gli effetti nel circuito nel prossimo mese di aprile. La tennista russa rientrerà in campo con anticipo rispetto al previsto perché il Tas ha deciso di accogliere, parzialmente, l’appello della ex numero 1 del mondo ed ha ridotto la squalifica da 24 a 15 mesi. La Sharapova, che ad aprile compirà trent’anni, era stata squalificata la primavera scorsa perché aveva assunto il Meldonium, anche dopo il divieto della Wada scattato il primo gennaio 2016. La bella Masha di fatto ripartirà da zero perché si ripresenterà nel circuito senza punti e dunque senza classifica. Ma le wild card non le mancheranno e se giocherà sui suoi livelli potrà rapidamente ritrovare le posizioni che le competono.

La tennista russa, che negli ultimi mesi ha iniziato a utilizzare moltissimo i social network, si è iscritta alla prestigiosa università di Harward e ha anche svolto un breve stage negli uffici della Nba, ha commentato la riduzione della squalifica sul proprio profilo Facebook:

Il tennis è la mia passione e mi manca, sto contando i giorni che mancano per il mio ritorno. In questi mesi ho imparato cosa significhi realmente avere dei fan: sono fortunata ad avere il vostro supporto. A marzo scorso ho vissuto uno dei giorni più duri della mia carriera, perché mi è stato tolto ciò che amo. Mi sono presa le mie responsabilità per non essere a conoscenza del cambio di regole che ha proibito l’utilizzo di questo medicinale, che usavo da dieci anni.

La grinta non è mai mancata a Maria Sharapova – cinque volte campionessa Slam, e simbolo del tennis femminile – che adesso si preparerà per tornare a combattere per i tornei principali e per le prime posizioni mondiali con la storica nemica Serena Williams, con la nuova numero uno del mondo Angelique Kerber e con la Muguruza.