1.299 CONDIVISIONI
24 Settembre 2022
12:22

Nadal si sfoga nella notte, dietro il crollo emotivo per Federer c’è altro: “Non sto bene”

Rafa Nadal dopo aver giocato il doppio con Federer ha lasciato Londra e la Laver Cup e parlando con i media spagnoli ha detto: “Non sto bene, ho un conflitto interiore molto forte”.
A cura di Alessio Morra
1.299 CONDIVISIONI

Anche per un super campione abituato da anni a gestire situazioni complicate, e cariche di ansia, ci sono tanti momenti difficili. Rafa Nadal ha vissuto un momento emotivamente difficile alla Laver Cup, ha fatto da supporto a Federer, che lo voleva come partner di doppio nel passo d'addio. Non poteva dire di no a Roger. L'incontro lo hanno giocato, e lo hanno perso, poi c'è stata la festa d'addio, la festa per il ritiro del campionissimo, che non ha lasciato per niente indifferente lo spagnolo che era davvero provato e realmente commosso a bordo campo. Dopo la partita ha annunciato che sarebbe ritornato subito a casa, toccata e fuga per Federer, e ha spiegato anche perché era così teso.

Il 2022 è stato un saliscendi clamoroso di emozioni per Nadal, che è risorto vincendo gli Australian Open e poi si è imposto al Roland Garros dopo un torneo travagliatissimo, in cui aveva pensato pure al ritiro. Poi a Wimbledon si è infortunato e ha dovuto rinunciare alla semifinale, agli US Open si è fermato solo agli ottavi, perdendo a sorpresa con Tiafoe. Ma fuori dal campo Rafa ha ricevuto ben presto una bella notizia, perché aveva saputo che la moglie è in dolce attesa. In quest'ultimo periodo però Maria, la dolce metà di Nadal, ha avuto dei problemi in gravidanza.

Federer e Nadal commossi a fine partita.
Federer e Nadal commossi a fine partita.

Ovviamente Rafa è preoccupato, di questo non ne ha parlato ufficialmente, ma queste notizie sono filtrate sui media spagnoli. Per questo dopo il doppio della Laver Cup ha parlato delle sue difficoltà: "Non sto bene, non giocherò. Ho un conflitto interno piuttosto importante. Sono state settimane difficili, poche ore di sonno, un po' di stress in generale, e situazioni più complicate del solito a casa". 

Poi parlando con quattro giornalisti spagnoli ha aggiunto: "Ho dovuto fare i conti con tutto questo un po', con una pressione un po' diversa da quella a cui sei abituato professionalmente, ma per fortuna va tutto bene e siamo più sereni. Sono potuto venire qui, che è la cosa più importante".

Roger e Rafa dopo il doppio giocato con Sock e Tiafoe.
Roger e Rafa dopo il doppio giocato con Sock e Tiafoe.

E considerando tutto questo, l'arrivo al giovedì e il ritorno a casa al sabato, si capisce ulteriormente quanta voglia aveva Nadal di essere al fianco di Federer nella sua ultima partita, e si comprendono ancora meglio le parole di Rafa: "Come tennisti siamo molto diversi, ma se parliamo del nostro modo di vedere la vita, siamo molto simili. Possiamo parlare spesso e ci sentiamo liberi. Avere qualcuno come Roger con cui dialogare è bello. Sono molto orgoglioso di aver fatto parte della sua carriera. Con il suo ritiro se ne va una parte di me".

1.299 CONDIVISIONI
ATP Finals amare per Nadal, eliminato dal torneo e Alcaraz chiude l'anno al 1° posto nel ranking
ATP Finals amare per Nadal, eliminato dal torneo e Alcaraz chiude l'anno al 1° posto nel ranking
Russell ha corso con un guasto per metà gara ma non lo sapeva: Mercedes l’ha tenuto all’oscuro
Russell ha corso con un guasto per metà gara ma non lo sapeva: Mercedes l’ha tenuto all’oscuro
Trovano Stramaccioni in lacrime per la vittoria dell’Iran: si è riaperta una vecchia ferita
Trovano Stramaccioni in lacrime per la vittoria dell’Iran: si è riaperta una vecchia ferita
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni