L'ultimo incontro ufficiale in un torneo ATP si è disputato lo scorso 1° marzo, era la finale del torneo di Santiago del Cile, giocata da due giovani tennisti: Seyboth Wild e Ruud. Poi è arrivata la pandemia che ha cancellato una mare di eventi, su tutti il torneo di Wimbledon. C'è chi pensa che la stagione 2020 sia finita, ma ufficialmente non è così. Andrea Gaudenzi, ex tennista italiano che da qualche mese è il presidente dell'ATP, ha detto che per ora non viene cancellata tutta la stagione, ma presto si saprà se verranno disputati i tornei estivi.

Nel 2020 si giocherà ancora

"Smettere ora non sarebbe saggio, nessuno sa cosa accadrà. Vogliamo rimanere ottimisti". Andrea Gaudenzi, che sicuramente non è diventato il presidente dell'ATP nel presidente più semplice, parlando con la ‘Reuters' ha detto che non vanno prese decisioni affrettate. Tutti i tornei che si dovevano disputare da marzo a Wimbledon sono stati cancellati, un paio rinviati come il Roland Garros e gli Internazionali d'Italia. Entro venerdì 15 maggio si deciderà la sorte dei tornei in programma nel mese di luglio mentre il 1° giugno è il limite massimo per capire se si disputeranno i tornei di agosto – Washington, l'Open del Canada e Cincinnati.

Ci siamo dati il 15 maggio come data di scadenza per i tornei post Wimbledon a luglio e il primo giugno per decidere sugli appuntamenti di agosto. Abbiamo una finestra che va dalle sei alle otto settimane per decidere se giocare o no un torneo, non di più. Tra le opzioni potrebbero esserci le porte chiuse, oltre a varie scelte da fare in merito alle restrizioni per i viaggiatori.

Gli Us Open ‘stabiliranno' la data degli Internazionali d'Italia

Il Roland Garros si è riprogrammato ed ha cambiato, tempo fa, la propria data passando dalla Primavera all'autunno, si disputerà dal 27 settembre all'11 ottobre. Non è stato ancora invece definito il futuro degli US Open, in calendario dal 31 agosto al 13 settembre. Se a New York cancelleranno il torneo o lo sposteranno in autunno, in estate si potranno così disputare gli Internazionali d'Italia a Roma, magari proprio a fine agosto.