Il torneo di Wimbledon, nonostante sia l’appuntamento tennistico più importante, è iniziato un po’ a fari spenti. Perché tra la Brexit e l’eliminazione dell’Inghilterra agli Europei i riflettori non sono stati tutti puntati sui meravigliosi prati londinesi. A questo si aggiungono le assenze di Nadal, alle prese con dei problemi al polso, e della Sharapova, squalificata a causa del doping. Ma grandi motivi di interesse comunque ce ne sono tantissimi. Perché Serena Williams è a caccia dell’ennesimo trionfo ai Championships e soprattutto Nole Djokovic insegue il Grande Slam, che non riesce a nessuno dal 1969. Ma la vera star in questo avvio di Wimbledon è Marcus Willis. Il suo nome fino a pochi giorni fa non diceva praticamente nulla nemmeno a quegli appassionati che maniacalmente seguono le vicende tennistiche tutti i giorni. Ma Willis è diventato rapidamente una superstar. Perché da numero 772 del mondo è riuscito a qualificarsi per il tabellone principale e dopo aver superato il primo turno adesso sfiderà niente meno che sua Maestà Roger Federer. Praticamente un sogno che diventa realtà.

Jennifer decisiva – La storia di Marcus Willis in Inghilterra è già stata paragonata a quella degli eroi del Leicester. Questo ragazzone di Birmingham, che ha qualche chilo di troppo, da anni prova a fare il tennista, ma fin qui lo ha fatto con modesti risultati. In questi ultimi sei mesi ha giocato solo un ‘Futures’, il livello di tornei più basso, perde ai quarti, e percepita al numero 772 della classifica mondiale. Willis, che si mantiene facendo il maestro di tennis, decide di fare lo stesso mestiere in un circolo privato di Philadelphia. In attesa di una risposta Marcus trova l’amore a un concerto di Ellie Golding. Dalla Pennsylvania gli rispondono e lo ingaggia. Il posto da maestro di tennis è suo. Ma Jennifer Bate, la sua girlfriend, gli impedisce di partire: “Non accettare, puoi diventare ancora un tennista di buon livello”. A parole è tutto facile. Lui gioca le pre-qualifiche di Wimbledon vince tre partite ed ottiene la wild card per le Qualificazioni ufficiali. Al primo turno batte il giapponese Sugita, un top 100, poi sconfigge il russo Rublev, un potenziale talento, e nel turno decisivo si sbarazza di un altro russo Medvedev. Giugne al tabellone principale e al primo turno batte il lituano Berankis, che viene spazzato via in tre set. Dal nulla al secondo turno di Wimbledon. Incredibile.

Adesso la sfida con Re Roger – E le sorprese non sono finite. Perché al secondo turno Marcus Willis avrà modo di sfidare Roger Federer, sette volte vincitore di questo torneo e il più grande giocatore di ogni tempo. Facile prevedere che non ci sarà partita, ma per Willis l’incontro con Roger sul centrale, con quindicimila spettatori, è già di per sé questa una grandissima vittoria. Intanto il cosiddetto circo mediatico si è già mosso. Lui rilascia intervista, come la bella Jennifer, di professione dentista (come il co-allenatore dell’Islanda che ha battuto fuori da Euro 2016 l’Inghilterra), la donna che gli ha cambiato la vita. Willis, a parole, è pronto pure a giocarsela con Re Roger: “Sto vivendo un sogno. Perché giocare qui è qualcosa che avevo sempre sperato di fare fin da bambino. Federer è una leggenda e ho un enorme rispetto per lui, ma voglio andare lì fuori e proverà a batterlo. Probabilmente non ci riuscirò, ma darò tutto come sempre”.