Nella notte NBA si è verificato un particolare infortunio per Joel Embiid, centro di Philadelphia, nella sfida fra Sixers e OKC. Il centro africano si è lussato un dito, finito per girarsi completamente, durante un contatto fortuito di gioco ma non si è arreso e ha disputato l'intera partita con una sola mano. Il video dell'infortunio shock ha fatto subito il giro del web diventando virale. Embiid è riuscito a disputare un buon incontro, chiudendo con 18 punti, 9 rimbalzi e 8 assist in 33 minuti di gioco e giocando secondo, terzo e quarto quarto con l’anulare fasciato insieme al dito medio.

Davanti all'anulare completamente distorto tutti avevano pensato che Embiid non riuscisse più a giocare la partita ma alla fine ha stretto i denti ed è rimasto in campo guadagnandosi le parole di elogio di allenatore e compagni. L'infortunio è avvenuto in seguito a un colpo ricevuto involontariamente da Steven Adams nel primo quarto, dopo che si era già infortunato alla stessa mano che aveva richiesto cure mediche a bordo campo. Alla fine della prima frazione di gioco Embiid è stato subito sottoposto ai raggi X che hanno escluso l’ipotesi di una frattura.

I primi esami, esclusa la frattura

Solo per questo Embiid ha potuto concludere la gara, giocando però con una mano sola e con le dita steccate: “Al momento dell'impatto ho sentito come uno schiocco al dito: ero convinto di essermelo fratturato. L’infortunio era abbastanza grave, sentivo molto dolore e in pratica sono stato costretto a giocare con una mano sola“.

Il colpo ricevuto era serio ma eravamo nel mezzo di una striscia di sconfitte, volevo essere sicuro di fare tutto il possibile per aiutare la mia squadra a vincere

A rischio contro i Celtics

I controlli medici sono proseguiti anche dopo la fine dell'incontro. Nuovi raggi X ed esami diagnostici fino ad una notizia positiva per Embiid: è stato escluso il coinvolgimento dei legamenti ed è stata confermata la distorsione. Che adesso lo costringerà a restare fermo per un po' saltando la sfida contro i Celtics: "Farò quello che mi diranno di fare, cercherò di esserci ma immagino che dovrò ascoltare il parere dei medici"