322 CONDIVISIONI
5 Novembre 2022
10:32

L’incidente di Bezzecchi è spaventoso: moto in fiamme dopo una caduta rovinosa

La carambola è avvenuta nelle terze prove libere alla vigilia del Gran Premio di Valencia. All’altezza della Curva 7 perde il controllo del mezzo e cade in maniera rovinosa. Il veicolo prende fuoco, il pilota italiano sta bene. Ma non sarà l’unico brivido in pista.
A cura di Maurizio De Santis
322 CONDIVISIONI
Il pilota italiano, Bezzecchi, a terra dopo la caduta. La moto ha preso fuoco.
Il pilota italiano, Bezzecchi, a terra dopo la caduta. La moto ha preso fuoco.

Spaventoso. A guardarlo in diretta fa accapponare la pelle. La sequenza delle immagini che racconta l'incidente in cui è rimasto coinvolto Marco Bezzecchi mette i brividi addosso. È avvenuto durante la terza sessione delle prove libere che precedono il Gran Premio di MotoGp a Valencia, lo sventolio della bandiera rossa ferma tutto. All'altezza della curva 7 il pilota italiano perde il controllo del mezzo e scivola.

Era da poco sceso sul tracciato, stava per ‘lanciarsi', come si dice in gergo, ma qualcosa è andato storto (con ogni probabilità la gomma ancora fredda gli ha creato problemi di stabilità): la caduta è stata rovinosa, viene sbalzato sull'asfalto e per fortuna lontano dal veicolo che saltella sul tracciato poi si adagia su un lato e prende fuoco. È completamente distrutto. "Andava a 250 km/h, è rimasto solo un po' scosso", ha ammesso il responsabile del Team, Uccio Salucci.

La Desmosedici è in fiamme ma il pilota italiano è incolume dopo il ruzzolone sulla pista di Valencia.
La Desmosedici è in fiamme ma il pilota italiano è incolume dopo il ruzzolone sulla pista di Valencia.

Bezzecchi resta illeso. Si alza incolume. Può solo assistere inerme alla scena della sua Desmosedici avvolta dalle fiamme e attendere che arrivino gli steward per i soccorsi e per estinguere le fiamme. Lui stesso si avvicinerà a uno di loro durante la sospensione dei giri per consentire il loro intervento. Poco dopo il centauro del Mooney VR46 tonerà ai box per mettersi in sella a un'altra moto e proseguire la sessione odierna.

Il pilota riminese è un esordiente in MotoGp, è un talento allevato nell'Academy di Valentino Rossi: ad Assen è salito per la prima volta sul podio mentre in Australia e in Malesia ha chiuso in quarta posizione. Finirà di nuovo a terra ma questa volta in curva 6, a testimonianza di quanto il momento sia stato poco felice. Ma il suo non sarà l'unico brivido di questa porzione di giornata.

Va giù anche Nakagami (Honda LCR) in Curva 4 ma senza particolari conseguenze. Grande invece la preoccupazione per Raul Fernandez (KTM Tech3) le cui condizioni, non gravi, sono apparse tali che dopo lo scivolone in quello stesso punto del tracciato è stato necessario il trasporto al centro medico per essere sottoposto a controlli.

A Brad Binder (KTM) va meglio: anche lui fa un capitombolo nella via di fuga ma si rialza subito, senza alcun bisogno di assistenza. Brividi finit? Niente affatto. Tra i protagonisti dei ‘crash' capita anche il nome di Enea Bastianini (Ducati Gresini) in Curva 10.

Alla fine delle terze libere il miglior tempo lo fa registrare Jack Miller (Ducati), davanti a Johann Zarco (Ducati Prima Pramac) e Brad Binder (KTM). Fabio Quartararo (Yamaha) è quinto, Bagnaia (Ducati) nono ma in top 10 della combinata per 64 millesimi. Ne resta fuori Bastianini deve passare attraverso la prima sessione di qualifiche.

322 CONDIVISIONI
Le foto di Schumacher dopo l’incidente scattate di nascosto da un amico: in vendita a un milione
Le foto di Schumacher dopo l’incidente scattate di nascosto da un amico: in vendita a un milione
Spaventosa caduta per Sofia Goggia: sarà costretta a saltare la gara di St.Anton
Spaventosa caduta per Sofia Goggia: sarà costretta a saltare la gara di St.Anton
Il calvario di Muffat-Jeandet dopo la caduta di Adelboden: in ospedale con il volto sanguinante
Il calvario di Muffat-Jeandet dopo la caduta di Adelboden: in ospedale con il volto sanguinante
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
F. Bagnaia Ducati
Ducati
266
2
F. Quartararo Yamaha
Yamaha
248
3
E. Bastianini Ducati
Ducati
220
4
A. Espargaro Aprilia
Aprilia
212
5
J. Miller Ducati
Ducati
189
Pos.
Team
Punti
1
Ducati
448
2
Yamaha
256
3
Aprilia
248
4
Ktm
240
5
Suzuki
199
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni