646 CONDIVISIONI
2 Maggio 2022
13:04

Due nuovi costruttori entrano in Formula 1, la rivoluzione è ufficiale: come cambierà il Circus

Il Gruppo Volkswagen ha ufficializzato che entrerà in Formula 1 con due dei suoi marchi più famosi: l’annuncio su Porsche e Audi stravolge l’assetto del Mondiale F1.
A cura di Michele Mazzeo
646 CONDIVISIONI

Finalmente è arrivata l'ufficialità: a partire dal 2026 le case tedesche Audi e Porsche entreranno come costruttori nel Mondiale di Formula 1. Si è conclusa dunque la lunga trattativa che per l'ingresso nel Circus dei due marchi automobilistici facenti capo al Gruppo Volkswagen. Ad annunciarlo è stato l'amministratore delegato della holding Herbert Diess.

"I marchi premium del Gruppo Volkswagen Audi e Porsche hanno deciso di unirsi alla Formula 1" ha infatti detto il manager tedesco all'agenzia Reuters mettendo dunque fine ad una telenovela che durava ormai da due anni. In realtà la vera notizia lanciata da Diess riguarda soprattutto il fatto che anche la casa dei quattro anelli abbia finalmente preso una decisione in merito dato che l'approdo di Porsche nel Circus era ormai stato definito.

Le parole dell'amministratore delegato del Gruppo Volkswagen, le prime riguardo alla questione, suonano dunque come un'ufficialità del fatto che a partire dal Mondiale 2026 l'assetto della Formula 1 sarà completamente stravolto. Il campo dei costruttori presenti in griglia dovrebbe dunque aumentare e passare dagli attuali quattro (Ferrari, Mercedes, Renault e Honda/Red Bull Powetrain) a sei o cinque (se Red Bull dovesse accordarsi con Porsche per la fornitura dei motori).

Resta dunque da capire con quale ruolo i due marchi del Gruppo Volkswagen entreranno in Formula 1. Se con un proprio team ufficiale (con le squadre in lizza che potrebbero quindi passare da 10 a 12) o solo come costruttori e fornitori di motori. Al momento, dati i costanti colloqui in essere tra le attuali scuderie e i neoarrivati, l'opzione più plausibile sembra essere la seconda.

Porsche infatti per questo suo ritorno in F1 a distanza di 25 anni dall'ultima volta potrebbe stringere una partnership con la Red Bull che, dopo l'addio della Honda, dovrebbe svilupparsi da sola i propulsori di nuova generazione per il 2026 (gli attuali motori sono congelati fino al 2025). Sia la scuderia austriaca che la squadra satellite AlphaTauri potrebbero quindi presentarsi al via della nuova era della Formula 1 motorizzate dalla Porsche.

Allo stesso modo Audi, in questo suo debutto assoluto nel Circus, potrebbe invece fornire i motori alla McLaren con cui già nei mesi antecedenti l'annuncio ufficiale ci sono stati dei contatti molto intensi (come confermato dal Ceo Zak Brown). Non si esclude però che i due marchi del Gruppo Volkswagen non possano presentarsi con un proprio team andando dunque a rimescolare ancora di più le carte in una Formula 1 sempre più tedesca.

646 CONDIVISIONI
Formula 1 2022, classifica piloti e costruttori prima del GP Silverstone: chi è in testa?
Formula 1 2022, classifica piloti e costruttori prima del GP Silverstone: chi è in testa?
Con il dominio assoluto della Red Bull la Formula 1 torna indietro di 11 anni
Con il dominio assoluto della Red Bull la Formula 1 torna indietro di 11 anni
Il budget cap fa la prima vittima in Formula 1: un ritardo costa caro alla Williams
Il budget cap fa la prima vittima in Formula 1: un ritardo costa caro alla Williams
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
175
2
S. Pérez Red Bull
Red Bull
129
3
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
126
4
G. Russell Mercedes
Mercedes
111
5
C. Sainz Ferrari
Ferrari
102
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
304
2
Ferrari
228
3
Mercedes
188
4
McLaren
65
5
Alpine
57
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni