436 CONDIVISIONI
8 Giugno 2022
17:19

Binotto smonta i sogni della Ferrari “Siamo competitivi, ma vincere il Mondiale è un’altra cosa”

Il Team Principal della Ferrari è intervenuto per parlare degli obiettivi stagionali nel mondiale per la Rossa di Maranello, che si è lasciata sfuggire già troppe occasioni.
A cura di Enrico Scoccimarro
436 CONDIVISIONI

Dopo le ultime stagioni piene di delusioni, con le rosse costrette sempre a inseguire e a guardare gli altri festeggiare sul podio, la Ferrari aveva promesso che questa sarebbe stata la stagione della svolta definitiva, grazie al cambio di regolamento. La Ferrari è riuscita a lasciarsi alle spalle un biennio, vissuto senza vincere nemmeno una gara, è tornata a vivere weekend da protagonista, ma le occasioni perse fin ora cominciano a pesare. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno inaugurato il campionato con una doppietta in Bahrain. Poi Leclerc ha dimostrato di avere forse la macchina più veloce, ha ottenuto la pole position a Miami, a Barcellona e a Monaco, ma non sono seguite le vittorie per la Ferrari. La tentata fuga al mondiale non è riuscita, a causa di alcuni errori tecnici e strategici che hanno favorito la Red Bull come si è visto prima in Spagna e poi a Monaco. Ha spiegato cosa manca alla Ferrari Mattia Binotto.

Il Team Principal della Scuderia di Maranello ha sottolineato che gli obiettivi 2022 della Ferrari non devono essere per forza gonfiati: "Nel 2022 il nostro obiettivo era tornare ad essere competitivi, non vincere il campionato. Sarebbe completamente sbagliato trasformare l’obiettivo in ‘cerchiamo di vincere il campionato perché siamo molto competitivi’. Essere competitivi è un dato di fatto, diventare campione del mondo è un compito di altro livello. Lo dico forse per togliere un po’ di pressione alla squadra, ma credo anche che sarebbe sbagliato come management cambiare gli obiettivi rispetto a quelli che abbiamo dato loro".

Binotto tuttavia sa che i tifosi ferraristi vogliono sognare ora che finalmente vedono una macchina all'altezza delle aspettative. Ha aggiunto infatti che ovviamente a Maranello verranno profusi tutti gli sforzi possibili per aprire un ciclo vincente già in questo 2022, ma come è servito tempo a tornare in vetta alla Formula 1 potrebbe servire altro tempo per restare stabilmente davanti a tutti: "La nostra mentalità interna è che dobbiamo ancora migliorare come squadra per essere in grado di vincere un campionato. Senza dubbio quello che intendiamo fare è cercare di aprire un ciclo, diventare campioni del mondo, e non solo una volta, cercare di rimanerci. Ma credo che ci vorrà del tempo. È importante rimanere concentrati su ogni singola gara. Non guardiamo alle classifiche".

Ma la classifica intanto dice che Max Verstappen ha recuperato 46 punti di svantaggio, arrivando ad averne nove di vantaggio nei confronti del coetaneo Leclerc. Ora la Ferrari deve assolutamente recuperare, e per farlo non può più permettersi errori tecnici o di concentrazione in gara.

436 CONDIVISIONI
"Binotto rischia il posto in Ferrari nella pausa estiva": ma lui si sente blindato
La spiegazione di Binotto:
La spiegazione di Binotto: "Oggi la Ferrari non funzionava". Leclerc lo smentisce dopo 5 minuti
Cosa succederà in Ferrari dopo l'errore di strategia in Ungheria: esiste un processo interno
Cosa succederà in Ferrari dopo l'errore di strategia in Ungheria: esiste un processo interno
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
258
2
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
178
3
S. Pérez Red Bull
Red Bull
173
4
G. Russell Mercedes
Mercedes
158
5
C. Sainz Ferrari
Ferrari
156
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
431
2
Ferrari
334
3
Mercedes
304
4
Alpine
99
5
McLaren
95
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni