Simona Quadarella ha conquistato la medaglia d’argento negli 800 stile libero. La nuotatrice romana è stata autrice di una gara meravigliosa, ma non è riuscita a battere la fortissima americana Katie Ledecky, che l’ha beffata negli ultimi cinquanta metri. Quarta, per appena cinque millesimi di secondo, nei 200 dorso invece Margherita Panziera. Domani tocca a Gregorio Paltrinieri, a caccia di un’altra medaglia.

Quadarella d’argento negli 800 stile

Dovevano giocarsi l’oro Simona e la Ledecky, così è stato. La finale è stata bellissima. L’americana parte fortissimo, l’azzurra invece nei primi duecento metri si tiene e gestisce le forze, con il passare dei metri Quadarella guadagna secondi e dopo i cinquecentocinquanta metri riesce a superare Ledecky che grazie a delle potentissime virate riesce a guadagnare decimi di secondo preziosissimi e nell’ultima vasca prende il sopravvento. Secondo posto per l’azzurra, che va via dal Mondiale con due medaglie. Un bottino eccezionale.

Le parole della Quadarella

Mi sembra assurdo di essere qui e aver tenuto testa a un'atleta così, che fino a due anni fa vedevo in tv. Sono cresciuta tantissimo, speravo di fare l'impresa. Mi dispiace un po', però sono contenta. Ma volevo l’oro

Che beffa per Margherita Panziera

Voleva almeno il podio l’atleta veneta, l’ha visto da vicino il terzo posto nei 200 dorso ma lo ha perso per soli cinque centesimi. Non è bastato il 2’06’’67 alla Panziera, terzo posto per la canadese Masse, seconda l’australiana McKeown. Oro a Regan Smith, che nella giornata di venerdì aveva ottenuto un fenomenale record del mondo dei 200 dorso. Al termine della gara Panziera era molto delusa:

Peccato perdere un’occasione così. Questo tempo non mi appartiene. Ho dato tutto sicuramente. C’era un po’ di tensione, ma perdere di 5 centesimi la medaglia. Questi centesimi ci perseguitano in questo campionato: non so che dire. Pensavo di fare meglio. Sono partita troppo lenta, e quindi anche al ritorno è stato quel che è stato.