Dopo l'ottima performance sul Mortirolo, c'era grande attesa per Vincenzo Nibali nella 17a tappa del Giro d'Italia 2019. E invece la frazione da Commezzadura a Anterselva di 181 chilometri si è rivelata sfortunata per lo "Squalo" che ha perso terreno dalla maglia rosa, leader della classifica generale, Richard Carapaz che ha guadagnato altri 7". A vincere la gara odierna è stato Nans Peters  della AG2R La Mondiale protagonista di una fuga in solitaria.

Giro d'Italia 2019, Nans Peter vince la 17a tappa

E' il francese Nans Peters il vincitore della diciassettesima tappa del Giro d'Italia 2019 da Commezzadura a Anterselva di 181 chilometri. Il ciclista della AG2R La Mondiale si è reso protagonista di una splendida fuga in solitaria iniziata a 15 chilometri dal traguardo. Nessuno è riuscito a tenere il passo del classe 1994 che si è tolto una bella soddisfazione. Occhi puntati però sugli uomini di classifica che si sono dati battaglia nella fase finale della frazione.

Carapaz sempre più maglia rosa, giornata no per Nibali

A 3 chilometri dall'arrivo è salito in cattedra Mikel Landa che ha deciso di uscire dal gruppo dei big. Ad approfittare il compagno di squadra e maglia rosa Carapaz che ha deciso di aumentare i giri, staccando Nibali e Roglic, ovvero i suoi inseguitori in graduatoria. Lo Squalo ha rimediato 7" di distacco dal leader della classifica generale e ora ha un ritardo complessivo di 1'54", con Roglic a 2'16'. Ancora una prova di forza dunque per Carapaz che continua a confermarsi l'avversario da battere per il ciclista italiano

Che compleanno per Carapaz, Nibali guarda avanti

Ai microfoni di Rai Sport, dopo il traguardo di Anterselva Vincenzo Nibali ha esternato tutta la sua delusione provando a guardare il bicchiere mezzo pieno: "Oggi non ero proprio in giornata, ma è passata anche questa tappa e per me, alla luce di quanto è successo, va bene così". Di tutt'altro umore la maglia rosa Carapaz che ha celebrato il compleanno nel migliore dei modi: "Mikel Landa si è sentito bene nel finale e ha deciso di attaccare per guadagnare un po' di tempo per il podio finale. Anch'io mi sentivo bene e ho fatto del mio meglio per approfittare dell'attacco di Mikel – ha detto lo scalatore ecuadoriano – Non avrei potuto chiedere un 26esimo compleanno migliore, indossando la maglia rosa".

La classifica generale del Giro d'Italia 2019

1. Richard Carapaz (Movistar), 74h 48′ 18″
2. Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), +1'54"
3. Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma), +2'16"
4. Mikel Landa (Movistar), +3'03"
5. Bauke Mollema (Trek-Segafredo), +5'07"
6. Miguel Angel Lopez (Astana, +6'17"
7. Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +6'48"
8. Simon Yates (Mitchelton-Scott), +7’13″
9. Pavel Sivakov (Team Ineos), +8'21"
10. Davide Formolo (Bora-Hansgrohe), +8'59"