Ripartiamo dalla fine, ovvero dal risultato: 25-27, 25-22, 27-25, 25-21. Questo è stato il verdetto di Italia-Russia che ha decretato l'Italvolley volare verso la semifinale europea. Sabato ad Ankara, in Turchia,  sarà di scena la sfida con la Serbia campione d'Europa e del Mondo, il peggior avversario che poteva capitare ma che rappresenta anche la perfetta rivincita del match perso lo scorso anno dalle azzurre nella finalissima ai Mondiali tenutisi in Giappone.

Un match tutt'altro che facile ma che ha permesso alle ragazze della nostra nazionale di confermare la tempra e la qualità in campo:  l’Italia si  è fatta strada  durante la partita iniziata in salita con la sconfitta nel primo set, e ha completato la rimonta con le solite Egonu e Sylla che hanno riportato a galla le azzurre fino al rush vincente finale al quarto set.

L'inizio in salita

L'avvio è in salita per le azzurre con la Russia che schiaccia subito sull'acceleratore e non permette all'Italia di completare la rimonta, perdendo di misura (25-27). Ma è il giusto viatico per il secondo parziale decisamente più equilibrato che vede le azzurre prendere piano piano fiducia e strappare la vittoria (25-22) con l'ace decisivo di Folie. Anche il terzo set è una battaglia punto su punto con l'Italia che riesce nel sorpasso anche grazie a qualche errore di troppo della Russia che agevola le nostre giocatrici.

La rimonta finale

La Russia ci prova nel quarto set e ricomincia a picchiare duro all’inizio del quarto set soprattutto con Goncharova ed Efimova che trascinano le avversarie dell’Italia sul 12-7, ma le azzurre ripartono alla grande e alla fine sono i nostri colori a trionfare 25-21 in una rimonta pazzesca. Dopo 8 anni l’Italia torna in semifinale a un Europeo dove ritrova la Serbia, come un anno fa nella finale del Mondiale.