giro d'italia 18a tappa

Più che il Giro d’Italia questo sembra il Giro della Colombia. Perché due ciclisti colombiani dominano nella classifica generale ed oggi altri due colombiani si sono piazzati nelle prime due posizioni della 18esima tappa, Bellono – Rifugio Panarotta! La tappa odierna era abbastanza temuta dai primi della classe per via di sedici chilometri duri (con una pendenza media del nove percento). Ma alla fine il leader Nairo Quintana della Movistar ha utilizzato bene i suoi uomini ed ha gestito a suo piacimento la tappa, che nel finale ha visto la fuga di Julian David Arredondo e Fabio Duarte, due connazionali che non si amano. I due, che non si sono mai aiutati, hanno battagliato fino agli ultimi metri, poi ha prevalso Arredondo felicissimo per il suo primo successo: “L’avevo detto che l’obiettivo era vincere una tappa al Giro e ci sono riuscito. Dopo tre secondi e due terzi posti era giusta una vittoria. Stasera festeggeremo.”

Tra i protagonisti di giornata anche il giovane sardo Fabio Aru. Il ciclista dell’Astana ha guadagnato secondi preziosi sul francese Pierre Rolland, il podio è ad appena due secondi. In classifica è crollato l’esperto australiano Cadel Evans, ora ad addirittura cinque minuti da Quintana. Domani si correrà la cronometro. Aru, Rolland e i colombiani Quintana e Aru si giocheranno il Giro da Bassano del Grappa alla Cima Grappa.

Ordine d’Arrivo: 1) Arredondo (Col) 4h49’51’’; 2) Duarte (Col) a 17’’; 3) Deignan (Irl) a 37’’; 4) Pellizotti (Ita) a 1’20’’; 5) Zardini (Ita) a 1’24’’; 6) De Gendt (Bel) a 1’38’’; 7) Basso (Ita) a 1’43’’; 8) Cataldo (Ita) a 1’59’’; 9) Aru (Ita) 2’43’’; 10) Quintana (Col) 2’46’’.

Classifica: 1) Quintana (Col) 77h58’08’’; 2) Uran (Col) a 1’41’’; 3) Rolland (Fra) a 3’29’’; 4) Aru (Ita) a 3’31’’; 5) Majka (Pol) 3’31’’; 6) Pozzovivo (Ita) a 3’52’’; 7) Hedjedal (Can) a 4’32’’; 8) Keldermann (Ola) 4’37’’; 9) Evans (Aus) a 4’59’’; 10) Kiserlovski (Cro) 8’33’’.