Inter e Napoli sono in procinto di trovare un accordo per la seconda fase della stagione. Nella parentesi invernale di calciomercato, infatti, tra i due club ci potrebbe essere uno scambio di prestiti in attacco. I giocatori coinvolti sarebbero da un lato il nerazzurro Matteo Politano, dall'altro l'azzurro Fernando Llorente. Una indiscrezione di mercato (rilanciata da SkySport) che potrebbe soddisfare le richieste di Antonio Conte e Rino Gattuso.

La trattativa: tempistiche e formula

L'idea che circola in queste ore sarebbe la seguente: uno scambio di prestiti per sei mesi che andrebbe a completare gli organici delle due formazioni senza cercare arrivi esterni in trattative più complesse e con esito incerto. In questo modo l’Inter regalerebbe a Conte un nuovo centravanti che serve dietro a Lautaro, Lukaku, Sanchez ed Esposito, con caratteristiche particolari. Il Napoli invece metterebbe a disposizione di Gattuso un esterno offensivo in più per rilanciare il 4-3-3 richiesto da De Laurentiis.

Perché l'Inter può fare a meno di Politano

Ultimamente Matteo Politano è sceso nella graduatoria delle preferenze di Antonio Conte. Scelte differenti hanno relegato spesso l'ex Sassuolo in panchina, sebbene l'inizio di stagione avesse confermato le qualità dell'esterno offensivo nerazzurro. Per un Politano in meno, un Llorente in più in mezzo all'aera. L'obiettivo sarebbe di avere un reale vice Lukaku permettendo al belga di riposare e tirare il fiato. impensabile che riesca a mantenere questi livelli fino a giugno.

Perché il Napoli può cedere Llorente

Il Napoli potrebbe fare a meno di Llorente con l'avvento di Gattuso. Nell'attacco partenopeo e nel 4-3-3 in testa al tecnico è più utile avere un esterno offensivo in più che una doppia boa a centro area. Milik è tornato, sta giocando bene e non soffre più di problemi fisici che lo hanno spesso costretto a limitarsi. Llorente sarebbe una riserva di lusso, un ‘esubero' da ottimizzare. Anche a gennaio, se si troverà l'accordo con l'Inter.