3 Novembre 2022
8:58

La domanda su Cristiano Ronaldo mette in enorme imbarazzo Ten Hag: “Non parlo dei suoi sentimenti”

Una domanda sulla situazione con Cristiano Ronaldo manda in crisi l’allenatore del Manchester United che evidenzia il proprio disagio a parlarne. Segno che la questione è ancora ben lungi dall’essere completamente superata.
A cura di Michele Mazzeo

La questione Cristiano Ronaldo continua a tenere banco in casa Manchester United anche alla vigilia dell'ultima partita del girone di Europa League contro la Real Sociedad in cui i Red Devils si giocano il primo posto nel girone che permette di evitare il playoff contro le corazzate retrocesse dalla Champions League (tra cui Barcellona e Juventus).

Reintegrato in gruppo dopo la punizione per essersi rifiutato di entrare in campo nel match contro il Tottenham, il cinque volte Pallone d'Oro, scusatosi per il suo comportamento, sembra aver superato i dissidi con l'allenatore Erik Ten Hag che negli ultimi due match (contro lo Sheriff in EL e contro il West Ham in Premier League) lo ha schierato titolare e lo ha tenuto in campo per tutti i novanta minuti di gioco. Sembrerebbe dunque che tra il 37enne portoghese e il tecnico olandese sia finalmente tornato il sereno e che a giovare di ciò sia l'intera squadra che ha vinto tutte e due le gare disputate dopo il reintegro di CR7.

L’immagine della discordia: CR7 abbandona il campo prima che la gara tra il Manchester United e il Tottenham sia finita.
L’immagine della discordia: CR7 abbandona il campo prima che la gara tra il Manchester United e il Tottenham sia finita.

Il condizionale però è d'obbligo soprattutto dopo quanto avvenuto nella conferenza stampa tenuta da Ten Hag in Spagna alla vigilia del match contro la Real Sociedad. L'allenatore del Manchester United di fronte ad una domanda sul momento psicologico di Cristiano Ronaldo è difatti apparso in enorme imbarazzo, dimostrando che la situazione con il vecchio fuoriclasse lusitano è tutt'altro che risolta e con l'annosa questione che potrebbe deflagrare nuovamente da un momento all'altro e ripercuotersi inevitabilmente sull'intera squadra.

"Non parlerò dei suoi sentimenti. Dovresti chiederlo a lui, non a me" ha infatti risposto con tono seccato il tecnico olandese al giornalista che chiedeva lumi riguardo al suo rapporto con Cristiano Ronaldo e se i dissidi tra loro fossero ormai del tutto superati.

Per uscire dall'impasse Ten Hag ha quindi dirottato il discorso solo sull'aspetto calcistico: "È un vero professionista, lavora in squadra e ha doti di leadership. Cristiano è una parte importante della squadra ed è una minaccia per qualsiasi difesa. È in grado di sfruttare qualsiasi errore degli avversari" ha difatti chiosato l'allenatore del Manchester United lasciando trasparire un evidente disagio nell'affrontare pubblicamente il tema del suo rapporto con l'ex Juventus.

Cristiano Ronaldo dai pm per rispondere sulla manovra stipendi: hanno pronte 47 domande, una sola è quella chiave
Cristiano Ronaldo dai pm per rispondere sulla manovra stipendi: hanno pronte 47 domande, una sola è quella chiave
Ronaldo domina sul calcio saudita: con una finta mette a sedere un avversario, pubblico in delirio
Ronaldo domina sul calcio saudita: con una finta mette a sedere un avversario, pubblico in delirio
Il lungo addio tra Cristiano Ronaldo e Jorge Mendes inizia dalla Juventus: non gli diede ascolto
Il lungo addio tra Cristiano Ronaldo e Jorge Mendes inizia dalla Juventus: non gli diede ascolto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni