31 Marzo 2020
22:29

Inzaghi risponde ad Albertini: “A un amico non gli dai dell’ignorante. Poteva chiamarmi”

Demetrio Albertini era stato durissimo nei confronti di Inzaghi, a cui aveva dato dell’ignorante. Il tecnico del Benevento ha risposto all’ex centrocampista “Non ha avuto stile. Io a un amico non do dell’ignorante sui social, non considero in questo modo l’amicizia, poteva chiamarmi e leggere soprattutto l’articolo”.
A cura di Alessio Morra

Botta e risposta. Un grande classico, anche tra amici. Però era senza dubbio inaspettato lo screzio tra Demetrio Albertini e Pippo Inzaghi. L'ex centrocampista del Milan aveva usato parole forti nei confronti del tecnico del Benevento, che a stretto a giro ha voluto rispondere all'ex compagno di club e nazionale.

La stilettata di Albertini a Pippo Inzaghi

In una stories su Instagram l'ex regista del Milan aveva condiviso un articolo in cui erano state riprese alcune parole del tecnico dei giallorossi, che in un'intervista a Sky aveva dichiarato: "La stagione va finito per la regolarità del campionato. Sento tanti discorsi, ma la cosa più limpida e giusta è tornare a giocare. Nessuno deve subire danni". Albertini ha postato lo screen ed è stato durissimo: "L'ignoranza sceglie sempre le parole sbagliate".

La risposta di Inzaghi a Demetrio Albertini

L'ex bomber è intervenuto sul profilo Instagram della ‘Gazzetta dello Sport' ha risposto per le rime all'ex compagno di squadra. A Demetrio Albertini, Inzaghi ha detto chiaramente che a un amico certe parole non si dicono, lui non avrebbe mai fatto un'uscita così. E ha tenuto a ricordare che lui già a inizio marzo aveva chiesto lo stop di tutti i campionati:

Non vorrei parlare perché ogni parola può essere strumentalizzata. Mi sembra di dire una cosa ovvia, che tutti noi speriamo, che un giorno quando finirà tutto, se ci sarà la possibilità, di ritornare a giocare. E' una cosa che speriamo tutti. Mi ha dato un po' fastidio quello che ho letto. E' stato letto il titolo senza leggere il contenuto. Dopo la partita col Pescara, con 22 punti in più sulla terza, sono stato il primo a dire: "Basta calcio non ha più senso giocare così".

Se avesse letto bene l'articolo non avrebbe fatto questa esternazione senza stile, di basso livello. Siamo personaggi che ci portiamo dietro diversi tifosi, dobbiamo essere d'esempio, lui è anche rappresentante della FIGC. E' stato scadente quello che ha detto. Lui ha detto che mi considera un amico ma io l'amicizia la considero in maniera diversa. Ad un mio amico io non avrei dato dell'ignorante via social, l'avrei chiamato e avrei chiarito se ci fosse qualcosa da chiarire, da uomo.

Spalletti si presenta al Napoli con frecciata a Totti: "La serie? Poteva farla su di lui"
Spalletti si presenta al Napoli con frecciata a Totti: "La serie? Poteva farla su di lui"
Adani poteva essere campione d'Europa a Wembley: il rifiuto a Mancini spiegato in una lettera
Adani poteva essere campione d'Europa a Wembley: il rifiuto a Mancini spiegato in una lettera
Lazzari poteva essere campione d'Europa, ma si è autoescluso dall'Italia: la telefonata a Mancini
Lazzari poteva essere campione d'Europa, ma si è autoescluso dall'Italia: la telefonata a Mancini
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni