1.090 CONDIVISIONI
30 Settembre 2022
7:58

Il rigore non dato più scandaloso di sempre: afferra il pallone con le mani in area senza motivo

È davvero inspiegabile quanto accaduto in Serie D durante il match tra Seregno e Brusaporto: l’arbitro non ha concesso un calcio di rigore solare, per un folle gesto di un calciatore ospite.
A cura di Paolo Fiorenza
1.090 CONDIVISIONI

Di calci di rigore non concessi, anche clamorosi, ne abbiamo visti tanti ad ogni livello e in tutte le categorie, ma quello che è accaduto mercoledì sera durante Seregno-Brusaporto – match valido per la quarta giornata del Girone B della Serie D – è davvero difficile da giustificare, da qualsiasi punto di vista lo si consideri. Appellarsi alla mancanza del VAR in una situazione così solare non ha nessun senso, visto che non solo l'arbitro ma anche l'assistente di linea – che era ad un passo – è stato trascinato in un buco spazio-temporale in cui il clamoroso gesto di un giocatore è completamente sparito.

Il fattaccio è avvenuto intorno alla metà del primo tempo della sfida, con i padroni di casa a spingere per trovare il vantaggio. Un innocuo cross dalla trequarti è stato facilmente bloccato con le mani dal portiere del Brusaporto Aceti, che poi ha lasciato rotolare la sfera sul terreno passandola – sempre all'interno dell'area – al compagno di squadra Suardi. Quest'ultimo, invece di giocarla a sua volta per proseguire l'azione, l'ha fermata con le mani e collocata sul vertice dell'area piccola per battere una inesistente rimessa dal fondo.

Dopo qualche attimo di sconcerto, i giocatori del Seregno hanno iniziato a protestare vivacemente, invocando la concessione del rigore per evidente fallo di mano. Il conciliabolo creatosi intorno all'arbitro Torreggiani si è poi spostato a bordo campo nei pressi del guardalinee, ma non c'è stato nulla da fare, pur a dispetto di una situazione così evidente. Secondo la versione del direttore di gara e del suo assistente, la palla sarebbe uscita a fondo campo prima che il portiere la bloccasse: si è dunque ripartiti con la rimessa dal fondo, lasciando davvero attoniti i presenti.

L'episodio è stato decisivo, visto che il match si è concluso col punteggio di 0-0. Con il punto conquistato, sia il Seregno che il Brusaporto muovono la loro classifica, restando nel ventre del Girone B, rispettivamente a cinque e sei punti di distacco dalla capolista Franciacorta.

1.090 CONDIVISIONI
Danilo tocca con la mano in area e Di Bello non fischia rigore, il Verona è furioso:
Danilo tocca con la mano in area e Di Bello non fischia rigore, il Verona è furioso: "È una follia"
Mané para con le mani ma per l'arbitro non è rigore: lo salvano due righe di regolamento
Mané para con le mani ma per l'arbitro non è rigore: lo salvano due righe di regolamento
La palla va sempre in calcio d'angolo, giocatori senza vergogna: sono pagati dagli scommettitori
La palla va sempre in calcio d'angolo, giocatori senza vergogna: sono pagati dagli scommettitori
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni