4.439 CONDIVISIONI
Greta Beccaglia, la giornalista molestata da un tifoso
29 Novembre 2021
11:09

Identificato il tifoso che ha molestato Greta Beccaglia, uno di loro: “Per favore ritira la denuncia”

Il tifoso della Fiorentina che ha molestato Greta Beccaglia ha un volto e un nome, la polizia di Empoli lo ha identificato. Denuncia effettuata, il reato ipotizzato è molestie. E sui social uno dei molestatori si fa vivo.
A cura di Maurizio De Santis
4.439 CONDIVISIONI
La giornalista di Toscana Tv, Greta Beccaglia, molestata sabato scorso allo stadio Castellani di Empoli
La giornalista di Toscana Tv, Greta Beccaglia, molestata sabato scorso allo stadio Castellani di Empoli
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Greta Beccaglia, la giornalista molestata da un tifoso

Il tifoso della Fiorentina che ha molestato Greta Beccaglia ha un volto e un nome. Le sue generalità al momento non sono state rese ancora pubbliche ma la polizia di Empoli lo ha identificato incrociando il video della diretta di sabato sera all'esterno dello stadio "Castellani" con altre immagini. La giornalista di Toscana TV ha effettuato la denuncia e adesso si attende il rapporto in Procura per capire quale sarà il reato che gli verrà contestato, quali saranno i capi d'imputazione dai quali dovrà difendersi e soprattutto cosa rischia a livello penale per quel brutto gesto. Quello ipotizzato per adesso è molestie.

La polizia di Empoli ha identificato il tifoso che ha molestato la giornalista, Greta Beccaglia
La polizia di Empoli ha identificato il tifoso che ha molestato la giornalista, Greta Beccaglia

Nella serata di ieri, come riporta Il Messaggero, uno dei sostenitori – spaventato dalle conseguenze e dal clamore della notizia – si sarebbe manifestato sui social temendo proprio per l'azione legale da parte della reporter. "Ti chiedo umilmente scusa in pubblico per averti molestato in quella maniera – si legge nel messaggio -. Per favore ritira la denuncia, come vedi ci ho messo la faccia".

La vicenda Beccaglia ha fatto molto discutere anche per la paradossale coincidenza dei fatti con la giornata di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne in Serie A. In campo i calciatori sono scesi con un segno rosso sul viso, all'esterno invece le cose sono andate diversamente, nel peggiore dei modi. Insulti sessisti, mani addosso ("mi hanno toccato anche nelle parti intime") e lo schiaffo sul sedere ("non puoi fare questo", la reazione a microfoni accesi della donna) hanno scandito quegli attimi di rabbia e profondo disagio per lei che li ha subiti.

Il racconto dell'episodio fatto dalla reporter è avvenuto in diversi momenti nell'arco di poche ore: prima la narrazione attraverso le stories di Instagram condivise poco dopo poi la dovizia dei dettagli che fanno parte del corredo mediatico. A cominciare da quel "non te la prendere" raccomandatele da studio durante il collegamento. E ancora "colpa del tuo abbigliamento", altra frase inaccettabile che sottolinea ignoranza e muro di pregiudizi contro la quale la reporter s'è dovuta scontrare. "La cosa peggiore – ha ammesso la giornalista – è stata anche un'altra… vedere che altre persone che hanno assistito alla scena ma nessuno ha fatto niente".

4.439 CONDIVISIONI
La lettera di Luciana Littizzetto a Greta Beccaglia:
La lettera di Luciana Littizzetto a Greta Beccaglia: "Puniscine uno per educarne cento"
Il molestatore di Greta Beccaglia si trasferisce in un luogo segreto:
Il molestatore di Greta Beccaglia si trasferisce in un luogo segreto: "Ora temo per mia figlia"
Due tifosi accusati di violenza sessuale per le molestie a Greta Beccaglia
Due tifosi accusati di violenza sessuale per le molestie a Greta Beccaglia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni