Con il successo di domenica sera contro il Bordeaux, il Paris Saint-Germain ha confermato la propria indiscussa leadership nel campionato francese, vincendo a suon di gol la sfida casalinga: 4-3. Un successo che ha decretato ancora una volta come la squadra di Tuchel sia una autentica macchina da gol. In grado di segnarne 71 in sole 26 partite. Meglio dei francesi, nessuno in Europa tra i principali campionati nazionali.

Quattro dol al Bordeaux, dopo averne segnati altri quattro all'Amiens e altrettanti al Lione. Così il Psg si è imposto nel panorama continentale quale squadra che segna più di tutti. Nel giro di un mese ha superato il Manchester City di Guardiola (68 reti in 27 partite), il Dortmund e il Bayern Monaco in Bundesliga (entrambe ferme a 65 con 23 gare all'attivo), il Barcellona in Liga (62 reti in 25 incontri), l'Atalanta in Serie a (63 gol in 24 gare).

Mbappè, Cavani, Icardi e Neymar: 44 gol in 4

Una sequenza impressionante, per l'armata francese che annovera un attacco che ha dell'impressionante a livelli di numeri: Neymar, Cavani, Icardi, Mbappè. Quattro nomi che insieme ad oggi in campionato, hanno segnato 44 reti in totale. Ma il primato del Psg è anche frutto di una serie di gol provenienti dal centrocampo e dalla difesa. Si pensi solo che Di Maria è a quota 8 e i vari Marquinhos, Choupo-Moting e Sarabia sono già a tre reti stagionali a testa.

Il valore aggiunto: i gol dalla difesa

Contro il Bordeaux mattatore di serata è stato proprio l'ex Roma Marquinhos con una doppietta personale mentre contro l'Amines ci aveva pensato un altro difensore, Kouassi a segnare due dei 4 gol finali, mente Keher (anch'egli difensore) era stato decisivo nel 2-1 contro il Nantes. Un valore aggiunto incredibile per una squadra che sta provando a sfatare anche il tabù Europa dove in Champions League aveva segnato nella fase a gironi meno solamente della corazzata Bayern e dove negli ottavi di finale se la sta giocando con il Dortmund del fenomeno Haaland.