Era stata una notte magica e storica, quella di Josip Ilicic a Valencia con i4 gol rifilati agli spagnoli che hanno permesso all'Atalanta di qualificarsi per i quarti di finale di Champions League. Una partita d incorniciare e da ricordare a lungo e che adesso potrebbe anche fare del bene. Perché l'Atalanta ha deciso di mettere all'asta la maglietta, autografata dal giocatore, indossata da Ilicic quella sera. Il ricavato dall'asta online andrà all'Ospedale di Bergamo che sta lavorando notte e giorno contro l'espandersi della pandemia da Coronavirus in una delle aree lombarde maggiormente colpite.

L'iniziativa per solidarietà e in aiuto dell'Ospedale di Bergamo

La maglia autografata di Josip Ilicic dunque potrebbe permettere alla struttura sanitaria della città di far fronte all'emergenza che non accenna a frenare. Sarà messa all'asta sull'e-bay per finanziare l'ospedale "Papa Giovanni XXIII" grazie ad una iniziativa che è stata promossa dalla Fondazione Dynamo. La società del bergamasco , infatti, aveva ricevuto in dono la maglia numero 72 da parte dell"Atalanta che l'aveva data per ricavare fondi per Dynamo Camp Onlus, una serie di programmi gratuiti di terapia ricreativa per bambini con patologie gravi e croniche.

Abbiamo sentito sia Dynamo Camp che l'Atalanta che sono ben felici che questa maglia possa contribuire a questo scopo! Forza ragazzi, fatevi sotto, condividete e partecipate all'asta e aiutiamo il Papa Giovanni XXIII"

Il calcio in ginocchio, continuano i casi di positività

Adesso, quel dono è divenuto l'icona della lotta al Coronavirus e la corsa alla solidarietà: tutti i proventi verranno devoluti all'Ospedale cittadino vicino al collasso per l'emergenza sanitaria in atto. In un momento delicato e difficile, si sta provando di tutto per aiutare ospedali e centri sanitari. Il mondo del calcio è colpito direttamente nelle ultime ore con nuovi casi di positività da Coronavirus, da Rugani a Gabbiadini.