13 Giugno 2022
16:42

Cambiano alcune regole del calcio: le decisioni dell’IFAB per la stagione 2022-2023

Come cambierà il calcio nella prossima stagione? Ecco le novità introdotte dall’IFAB nella riunione odierna, con diverse soluzioni che saranno oggetto di ulteriori test.
A cura di Marco Beltrami

Come cambierà il calcio nella prossima stagione? I vertici del pallone sono pronti ad inserire una serie di novità nello sport più bello del mondo, che entreranno in vigore dal 1° luglio 2022. È quello che è stato stabilito dall'International Football Association Board, ovvero l'organo internazionale che ha il potere di modificare e innovare le regole del gioco del calcio, vincolando alle stesse tutte le federazioni professionistiche e dilettanti. Ecco allora che nella 136a Assemblea Generale Annuale dell'IFAB andata in scena a Doha sono state presentate le nuove decisioni per la stagione 2022-2023.

La novità principale dell'appuntamento qatariota, a cui hanno partecipato il presidente della FIFA Infantino, dirigenti del massimo organo calcistico internazionale, e delle varie FA britanniche, riguarda soprattutto il numero delle sostituzioni. Dal 2020 per garantire il benessere dei calciatori durante la pandemia, l'IFAB aveva introdotto un emendamento temporaneo che consentiva alle squadre di disporre di cinque sostituzioni. Una disposizione prorogata più volte e valida fino alla scorsa stagione. Nella riunione odierna, l'IFAB ha deciso di ascoltare le raccomandazioni degli addetti ai lavori, il parere dei comitati consultivi e quello dell'intera comunità calcistica, affinché questa opzione diventi permanente nelle Regole del gioco. Confermata la limitazione dei tre slot per effettuare le cinque sostituzioni più l'intervallo.

Per quanto riguarda le altre novità che saranno introdotte nel calcio dalla prossima stagione, c'è anche quella relativa all'aumento del numero dei calciatori che sarà possibile portare in panchina. Sale infatti da 12 a 15 il massimo dei sostituti che potranno essere al seguito della squadra in campo, a discrezione sempre dell'organizzatore della competizione in questione. Sono stati resi noti anche i risultati della sperimentazione sulla possibilità di ulteriori sostituti permanenti in caso di commozioni cerebrali. In questo caso però l'IFAB ha deciso di prolungare i test, con la volontà di concentrarsi sulla rimozione permanente di qualsiasi calciatore con con commozione cerebrale effettiva o possibile per garantire che questo giocatore non continui a prendere parte alla partita in questione

L'Assemblea Generale Annuale ha tenuto conto anche di altre possibili innovazioni, con la possibilità per esempio di consentire a più competizioni di utilizzare la la tecnologia dell'assistente arbitrale video VAR "Light", testata in oltre 100 partite con un sistema che potrebbe anche aiutare gli ufficiali di gara video a determinare situazioni di fuorigioco in modo più rapido e accurato (la cosiddetta "tecnologia di fuorigioco semiautomatica").

Per questo come si legge nella nota ufficiale si sta valutando anche "una soluzione di supporto video per un eventuale processo". Inoltre sul tavolo dei vertici del calcio anche la possibilità di spiegare "alcune decisioni arbitrali durante una partita, un calcolo potenzialmente più equo del tempo di gioco e le rimesse in gioco. L'AGM è stato chiaro che questi e qualsiasi altro processo richiede l'autorizzazione e sarà supervisionato dall'IFAB e dalla FIFA". Tra i principali problemi da risolvere anche la mancanza di rispetto per gli arbitri e la loro sicurezza, con la necessità di "stabilire iniziative per affrontare questi problemi, comprese potenziali prove con le telecamere indossate dagli arbitri nel calcio di base per adulti".

La regola del fuorigioco cambia ancora per la stagione 2022-2023: adesso è più chiara
La regola del fuorigioco cambia ancora per la stagione 2022-2023: adesso è più chiara
Serie A 2022-2023, il calendario delle prime cinque giornate: orari e dove vedere le partite in TV
Serie A 2022-2023, il calendario delle prime cinque giornate: orari e dove vedere le partite in TV
Un algoritmo ha previsto la classifica finale della Serie A 2022-2023: Juve al 7° posto
Un algoritmo ha previsto la classifica finale della Serie A 2022-2023: Juve al 7° posto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni