La vittoria del Milan sul Torino in Coppa Italia rappresenta in un certo senso il colpo di grazia per l'attaccante polacco Krysztof Piatek. Con lui in campo i rossoneri erano praticamente esclusi dalle semifinali e solamente quando Pioli ha messo mano alla formazione la squadra è riuscita prima a riacciuffare il pareggio per i supplementari e poi dare il colpo di grazia ai granata. Un'ennesima conferma che l'avventura col Diavolo per l'ex Genoa potrebbe davvero essere agli sgoccioli.

La Coppa Italia poteva essere una cartina tornasole sia per il giocatore che per il club ma non è stato così. Si è trasformata quasi in un boomerang di mercato perché finchè ha giocato, Piatek ha evidenziato l'attuale momento negativo, senza trovare la via del gol. Lo ha sfiorato, come nel primo vantaggio rossonero, poi però si è perso. Un problema evidente nelle ultime ore di mercato quando i giochi si devono chiudere anche velocemente e adesso la società rossonerà sembra in difficoltà nella cessione.

La Bundesliga chiama Piatek

Ci sono stati nei giorni scorsi i tentativi del Tottenham, sull'attaccante polacco, ma alla fine gli Spurs non hanno mai provato l'affondo decisivo. Adesso si è fatto avanti l'Herta Berlino che appare più convinto nel prelevare Piatek a gennaio. Il club tedesco ha presentato un'offerta ai rossoneri per il trasferimento a titolo definitivo, una soluzione che il Milan gradisce.

L'offerta dell'Hertha: 27 milioni

Dalla Bundesliga potrebbero arrivare 27 milioni di euro più bonus, una offerta che soddisfa la società rossonera anche se la cifra proposta sarebbe ancora troppo bassa, seppur di poco: il Milan chiede almeno 30 milioni per il trasferimento. I rappresentanti dell'Herta sono arrivati in città e raggiungeranno Casa Milan nelle prossime ore per accordarsi su tutto nella speranza che anche Piatek accetti di volare in Germania.