Un giocatore di basket americano DJ Cooper, un playmaker che ha giocato per tante stagioni in Europa, è stato squalificato per due anni perché all’esame dell’antidoping è risultato ‘incinto’. Sembra uno scherzo, ma non è né il primo aprile né Halloween. La vicenda è molto curiosa e ha dato enorme popolarità, ahi lui, a questo cestista che non potrà disputare le qualificazioni all’Europeo del 2021 con la Bosnia.

L’incredibile esame antidoping di DJ Cooper

Cooper era in procinto di prendere il passaporto bosniaco che gli avrebbe permesso di disputare le qualificazioni all’Europeo e soprattutto gli avrebbe dato la possibilità di mettersi sul mercato come comunitario, tempo fa è stato sottoposto a un test antidoping della FIBA. Evidentemente sapeva o almeno temeva di avere dei problemi e allora ha chiesto a un’amica favore e ha presentato un campione di urina di questa ragazza. L’imbroglio non è andato a buon fine. Perché chi ha effettuato le analisi ha scoperto che la persona a cui appartenevano quelle urine era in stato interessante. Il ‘giochetto’ di DJ Cooper è stato smascherato. L’atleta è stato smascherato ed è stato costretto a confessare. Ovviamente la sua amica è stata altrettanto sorpresa perché molto probabilmente non sapeva di essere incinta.

Chi è DJ Cooper

Playmaker nato nel 1990 a Chicago, nel 2013 è uscito dalla Ohio University. DJ Cooper ha sviluppato tutta la sua carriera in Europa, ha iniziato in Grecia con il PAOK Salonicco, poi è passato in Russia prima di ritornare in Grecia, Panathinaikos e AEK Atene, nelle ultime tre stagioni ha giocato in Francia, l’ultimo campionato con il Monaco. Inattivo lo scorso anno, Cooper attendeva l’esordio con la nazionale della Bosnia. Ora non potrà giocare fino al giugno del 2020, un duro stop per questo cestista che vede interrompere la sua carriera.