credits: twitter
in foto: credits: twitter

Se nel calcio resta un miraggio, nel volley l'Italia festeggia e vince. Grazie a Casalmaggiore che ha conquistato la vetta d'Europa vincendo la Champions League contro il VakifBank Istanbul con un perentorio 3-0 in finale. La Pomì ha chiuso così un ciclo indimenticabile per la pallavolo femminile italiana ottenendo l'alloro più importante dopo aver conquistato la Supercoppa e lo Scudetto. Un successo epocale, grazie alla sua insuperabile capitana, Francesca Piccinini che a 37 anni non sembra avere alcuna voglia di smettere di schiacciare sotto rete.

Proprio la Piccinini è stata la protagonista della vittoria in finale contro le turche: a 37 anni suonati a giocato da autentica leader in campo prendendosi anche la palma di top scorer con 14 punti e 46 per cento in attacco. Una campionessa intramontabile se si pensa che  la prima coppa campioni per lei risale alla stagione 1999-2000, con Bergamo, più di 15 anni fa restando sempre in sella del volley italiano e internazionale.

Al di là dello score finale che non ammette discussioni, Casalmaggiore ha dovuto comunque sudare le fatidiche sette camicie per avere la meglio sulle turche. Solamente nella fase finale del primo parziale arriva il pareggio delle campionesse d'Italia costrette sempre a rincorrere l'avversario. Il primo set si chiude 25 a 23 per Casalmaggiore e anche il secondo parziale ricalca quello precedente con le lombarde che provano a scappare via, e la squadra di Istanbul che non molla e rientra subito nel match. Altro score a favore delle lombarde, con lo stesso risultato: 25 a 23.

Ad un passo dal sogno, Casalmaggiore gioca con le idee chiare e non concede quasi più nulla alla squadra turca. Sale in cattedra anche la Piccinini, la giocatrice più rappresentativa, che con un muro che i tifosi di Casalmaggiore ricorderanno a lungo spiana la vittoria alle compagne: 25-22. L'Europa si inchina all'Italia del volley femminile.

POMI' CASALMAGGIORE – VAKIFBANK ISTANBUL 3-0
(25-23, 25-23, 25-22)
POMI' CASALMAGGIORE: Lloyd 2, Sirressi (L), Gibbemeyer 6, Cambi, Piccinini 14, Kozuch 8, Stevanovic 13, Tirozzi 11. Non entrati Bacchi, Cecchetto, Ferrara, Olivotto, Rossi. All. Barbolini.
VAKIFBANK ISTANBUL: Örge (L), Kirdar 2, De Kruijf 13, Gurkaynak 1, SlÖetjes 11, Aydemir Akyol 2, Buijs 4, Castro De Paula Blassioli 7, Hill 10, Rasic 7. Non entrati Akman, Akin, AslanyÜrek, Cetin. All. Guidetti
ARBITRI: Dudek Piotr – Ivanov Ivaylo.