“Non ti devi preoccupare della tua incolumità, sei troppo grassa e brutta per essere stuprata”, così un buttafuori di un locale si è rivolto a una ragazza di 19 anni che gli aveva espresso le sue paure dopo essere stata cacciata in malo modo dal locale e lasciata in strada di notte al buio e da sola. Il brutto episodio è avvenuto nei giorni scorsi in un locale notturno a Manchester, in Inghilterra e ha creato molto scalpore dopo la denuncia della ragazza. “Mi hanno detto che ero troppo grassa e brutta per preoccuparmi di essere da sola di notte” ha raccontato la vittima del gesto, Char Bow, che ha denunciato tutto pubblicamente. “Quattro buttafuori maschi mi hanno proibito di tornare dentro quando tutti gli altri miei amici sono rientrati. Ho chiesto a uno di loro almeno di accompagnarmi dentro in modo da poter chiedere aiuto ai miei amici, ma a quel punto tutti e quattro si sono messi a ridere”, ha ricostruito la diciannovenne si social, aggiungendo: “Uno di loro mi ha detto che sarei stata al sicuro in un taxi e che nessuno avrebbe potuto violentare una ragazza grassa come me".

"Sono assolutamente disgustata dal modo in cui sono stata trattata quella sera e incoraggio tutti a boicottare il locale!” Ha scritto la giovane Char Bow in un post che ben presto è stato rilanciato da amici e conoscenti online fino ad arrivare davanti agli occhi ai gestori del locale. Dopo le polemiche, il club quindi si è scusato per l’accaduto e licenziato il buttafuori. Pubblicando la propria dichiarazione sulla pagina Facebook, i gestori hanno spiegato: ‘Siamo a conoscenza di un incidente accaduto questo fine settimana. “Dopo averlo esaminato il caso, abbiamo scoperto che il comportamento di un membro del personale non è stato conforme agli standard previsti e questa persona è stata licenziata”