Owen Carey, 18enne inglese, è morto per un grave reazione allergica il 22 aprile 2017 dopo aver mangiato un hamburger in un fast food della catena Byron. Nel menù non c’è scritto che quel panino al pollo conteneva latticello, secondo quanto stabilito dall’inchiesta sulla morte dell’adolescente, allergico ai latticini. Owen stava festeggiando il suo compleanno con la famiglia all'O2 Arena di Greenwich, a Londra. Ha iniziato a manifestare i primi sintomi dopo aver lasciato il ristorante prima di accasciarsi nei pressi dell’ London Eye. Trasportato all'ospedale di St Thomas, è deceduto poco dopo. Un'inchiesta della Southwark Coroner’s Court ha stabilito che Owen, di Crowborough nell'East Sussex, aveva ordinato un hamburger di pollo magro alla griglia senza salsa. Sul menù non c’era scritto però che il panino conteneva derivati del latte.

L'avvocato Clodagh Bradley, che rappresenta la famiglia Carey, ha detto che l'omissione potrebbe far "credere" al cliente che fosse un semplice petto di pollo. Aimee Leitner-Hopps, responsabile tecnico della catena Byron, ha affermato che ci sono molti ingredienti nei piatti che non vengono inclusi nel menu: "Se hai un'allergia dovresti chiedere informazioni al nostro team- Penso che la maggior parte delle aziende stiano adottando lo stesso approccio: è il cliente che deve informare il ristorante in merito alle (loro) allergie”. Ha comunque assicurato che dopo l'incidente, e dopo una ricerca che mostra come una persona su 10 di età compresa tra 16 e 24 anni nasconda le proprie allergie, il personale chiede direttamente ai clienti se hanno allergie o esigenze dietetiche.