Quando ha visto la figlioletta di 8 anni che era improvvisamente in difficoltà in acqua non ci ha pensato su due volte: si è tuffato verso di lei e in poche bracciate è riuscito a spingerla verso gli altri familiari salvandole la vita. Nello stesso istante però l'uomo è stato trascinato via dalla fortissima corrente . È la straziante storia di Thomas Zakrewski, un papà eroe sparito per sempre davanti agli occhi della tessa figlioletta che aveva salvato e riprovato cadavere poche ore dopo dai soccorritori  a circa un chilometro di distanza. La tragedia si è consumata nel pomeriggio di martedì scorso, intorno alle 17.30, nella parte settentrionale dell'isola di Captiva, nel sud-ovest dello stato della Florida, in Usa.

Secondo la ricostruzione delle autorità locali, l'uomo di 46 anni, che era un poliziotto dello stato della Georgia, stava camminando insieme agli altri componenti della sua famiglia in mare lungo una secca provocata dalla bassa marea quando è avvenuta la tragedia. Un mulinello d'acqua ha improvvisamente avvolto la lingua di sabbia e trascinato via la piccola che ha gridato aiuto. Il padre si è subito lanciato in suo soccorro ed è riuscito a spingerla verso la sabbia dove si erano rifugiatati gli altri familiari ma poi l'uomo è stato sopraffatto a sua volta dalla corrente e trascinato via davanti agli occhi atterriti di moglie e figlia. La stessa corrente ha reso difficile anche le operazioni di soccorso e ritrovamento del cadavere. Solo più di tre ore dopo infatti la Guardia Costiera degli Stati Uniti e il personale dell'ufficio dello sceriffo hanno individuato e recuperato il corpo senza vita dell'uomo.