Tre bambini sono stati trovati morti, con ferite d’arma da taglio, sul sedile posteriore di un SUV parcheggiato di fronte a una scuola elementare di Los Angeles. Al volante c’era un uomo, di circa 30 anni, sanguinante, mentre era ancora al volante dell’auto. Si tratterebbe del padre. Dalle sue mani sarebbero partiti i fendenti che hanno ucciso i tre piccoli, tra gli otto ed i 12 anni di età. L’uomo, di cui la polizia non ha rivelato l'identità, ed è stato trasportato in ospedale, dove sarà arrestato se sarà dichiarato fuori pericolo. "E’ un giorno triste per Los Angeles. L’unica cosa positiva di questa storia è che il principale sospettato è ora in custodia, ha detto ai giornalisti il capo della polizia di L.A., Charlie Beck.

Sarebbe stato un passante a scoprire i corpi nell’auto ed avvertire la polizia. Quando gli agenti e i vigili del fuoco sono arrivati, i ragazzini erano già tutti e tre morti. “Gli investigatori dicono che ci sono abbastanza prove da incriminare il sospetto in custodia", ha detto Beck. "L’uomo in questione è l'unica persona sospettata del pluriomicidio”, ha aggiunto l’agente. Curren Price, consigliere comunale a Los Angeles, parlando al fianco di Beck, ha espresso tristezza per la macabra scoperta che si è verificato nei pressi di una scuola frequentata da bambini "pieni di vita, piene di vivacità."