Andava a prendere le prostituteLecce fino a casa e poi le portava in tre diverse piazzole lungo la strada statale 101 che conduce a Gallipoli. A fine giornata andava a riprenderle per fare il percorso inverso, per poi tornare a Copertino. Uno speciale “servizio taxi” che si ripeteva ogni giorno. Fino a stamattina infatti quando i carabinieri della Compagnia di Gallipoli hanno arrestato in flagranza di reato, C. R., 58enne del posto, che ora dovrà rispondere di induzione e favoreggiamento della prostituzione aggravato dall’aver commesso il fatto in danno di più persone.

Il provvedimento cautelare in carcere è arrivato dopo un'indagine durata dieci giorni e fatta di appostamenti, pedinamenti e filmati, oltre che dell'intercettazione dei clienti delle prostitute.  I dubbi sono stati confermati dai filmati e dalle immagini che hanno immortalato le giovani prostitute mentre salivano a bordo delle vetture dei clienti che, di volta in volta, si avvicinavano. Sono stati loro ad ammettere di fronte ai militari di aver pagato la prestazione sessuale ricevuta. Durante il periodo di osservazione, controllo e pedinamento degli stessi carabinieri è stato dimostrato che il 58enne, andava quotidianamente a prendere le donne a Lecce, per poi lasciarle in tre distinte piazzole lungo la statale.

L'uomo ora si trova nel carcere di Lecce su disposizione del sostituto procuratore di turno, Paola Guglielmi. L’operazione è scattata nella notte. I carabinieri hanno aspettato che l’uomo accompagnasse, come era solito fare, le donne sulla statale. Poi lo hanno avvicinato e gli hanno stretto le manette ai polsi.