In mano mazzette di banconote, in tasca 70 grammi di droga: così si divertivano scattando ‘selfie’ provocatori davanti alla Lamborghini Huracan della Polstrada, esposta in Piazza Maggiore a Bologna per il 167esimo anniversario della polizia di Stato. Ma l’atteggiamento dei due ragazzi non è passato inosservato agli agenti. Poi Barak, il cane antidroga anch’egli presente in piazza, ha fatto il resto.

La scena, avvenuta mercoledì 10 aprile è costata l'arresto, per detenzione di stupefacenti a scopo di spaccio, a un 19enne nato in Bangladesh e un romeno di 20 anni, entrambi residenti a Bologna con le rispettive famiglie e, fino a ieri, incensurati. Quanto i poliziotti li hanno fermati, erano senza documenti e per questo sono stati accompagnati in Questura per l'identificazione.

Ma intanto il cane delle unità cinofile della Polizia aveva fiutato con insistenza il giovane bengalese: aveva addosso 9 involucri di hashish, per circa 72 grammi. Il giovane ha poi estratto un paio di blister con 21 pastiglie di antidepressivo, quando è stato portato in Questura. L'amico romeno è stato invece trovato in possesso di un coltello a serramanico, che gli è costato una denuncia per porto illegale di armi. La Polizia ha perquisito le abitazioni di entrambi e, a casa del ventenne, è stato trovato un altro grammo scarso di hashish.

Processati si sono presi sei mesi a testa e una multa da 800 euro. Ai due giovani sono stati anche sequestrati i telefoni usati per scattare le foto: potrebbero rivelare informazioni sulla loro probabile attività di spaccio.