Una madre sconvolta dal dolore per la perdita della figlia è stata trovata morta pochi giorni dopo la tragedia che ha visto vittima l’adolescente in un incidente automobilistico. Natalie Hood è scomparsa dopo aver pubblicato uno struggente messaggio su Facebook, sabato scorso: “Rivoglio solo la mia bambina”. È stata trovata morta a casa sua a Dover, il giorno dopo. Le circostanze del decesso non sono ancora note. La figlia 18enne, Casey, è stata vittima di  un incidente a Womenswold, nel Kent, nelle prime ore del venerdì. Un'altra donna, la venticinquenne Lucy Leadbeater, è rimasta gravemente ferita nel terribile scontro ed è morta durante il fine settimana.

Un portavoce della polizia del Kent ha detto in merito all’incidente: "Gli ufficiali erano in pattuglia quando la loro attenzione è stata attirata da una Toyota Yaris parcheggiata sulla A2 in direzione Adisham Road alle 3.48 del venerdì. Il veicolo ha lasciato la scena e gli agenti successivamente si sono diretti verso Nethersole Road dove hanno scoperto che l'auto era stata coinvolta in uno scontro”. Nell’incidente sono rimasti feriti anche due ragazzi, ma non sarebbero in gravi condizioni.

La sorella gemella di Casey, Kellis, ha ricevuto messaggi di sostegno e condoglianze da amici e familiari. "Rip Natalie vai a curare la tua bambina, Casey è in paradiso, guarda giù su di noi e prenditi cura di te. Ora siete due bellissimi angeli” ha scritto Charley Hollie Hayes. Kat Rainbird ha aggiunto: "R.I.P Natalie Hood ti voglio bene!!! Dobbiamo cercare di ricordare i bei momenti che abbiamo avuto con lei, ricordate quanto sia stata amorevole, quanto fosse divertente e naturale, e che mamma meravigliosa fosse!”.