Il sindaco di Imperia, Claudio Scajola, ha annunciato di aver avvuato di un provvedimento disciplinare, con sospensione cautelare dal servizio per 30 giorni, nei confronti di una educatrice del Comune che su Facebook ha scritto "Sparate" su un post riguardante i migranti. L'educatrice ha commentato un post con un'immagine corredata dalla scritta: "Aprite i porti".

Tra i vari commenti, anche lo "Sparate" dell'educatrice. Alle risposte indignate di altri utenti la donna ha replicato: "Non tappatevi gli occhi di fronte alla realta' (…) il buonismo è ormai fuori luogo". Un commento che non è passato inosservato al primo cittadino, che ha dichiarato: "L’amministrazione ha avviato tempestivamente un procedimento disciplinare nei confronti dell’autrice dei commenti in questione. Nelle more del procedimento, alla stessa sarà applicata la sospensione cautelare dal servizio per la durata di 30 giorni. L’Amministrazione Comunale si dissocia totalmente dal contenuto dei commenti circolati in rete e stigmatizza tale comportamento", ha commentato Claudio Scajola.

"Al di là del caso di specie, l’invito che rivolgo a tutti i cittadini è di prestare la massima attenzione all’utilizzo delle parole sui social, che possono essere pietre. È necessario sostenere una comunità che discute e si confronta civilmente, evitando che sia avvelenata dall’astio e dalla rabbia, elementi che portano a pericolose divisioni e ostilità" conclude il primo cittadino.