17 Settembre 2021
16:01

Sgrida padre e figlio ‘zozzoni’ mentre scaricano calcinacci in strada e viene aggredito

Sono finiti nei guai, denunciati a piede libero due romani, padre e figlio, ritenuti presunti autori di un’aggressione nei confronti di un cittadino, che li ha sgridati mentre scaricavano calcinacci dalla loro macchina al Trullo. Il 58enne li ha ripresi con lo smartphone e glielo hanno strappato dalle mani.
A cura di Alessia Rabbai
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Hanno aggredito un residente, che li ha sgridati mentre scaricavano calcinacci in strada in zona Trullo a Roma. I fatti risalgono alla scorsa domenica 12 settembre. A finire nei guai un ventottenne e un cinquantaduenne, padre e figlio, entrambi romani già noti alle forze dell'ordine, che i carabinieri hanno denunciato a piede libero per lesioni personali in concorso, rapina aggravata in concorso e danneggiamento. La denuncia è scattata dopo la segnalazione fatta dal residente, che si è recato in caserma e ha raccontato ai militari quanto appena subito. Secondo quanto ricostruito il cinquantottenne al momento dell'aggressione si trovava in strada al Trullo quando ha notato il loro strano comportamento. Insospettitosi, li ha osservati e li ha scoperti mentre abbandonavano calcinacci in strada, scarti edili che invece andrebbero smaltiti portandoli in un'isola ecologica. I due agivano indisturbati, convinti di non essere visti.

Il cinquantottenne, vedendo che i due stavano compiendo un gesto irrispettoso nei confronti della città, inquinando l'ambiente e sporcando la strada, li ha rimproverati riprendendoli con lo smartphone per documentare l'accaduto e avere delle prove di quanto stavano facendo. Ma il suo gesto non è sfuggito ai due ‘zozzoni' che alla vista del telefonino lo hanno aggredito, strappandoglielo dalle mani per poi salire in auto e scaraventarlo dal finestrino. Il cellulare caduto a terra dalla vettura in corsa è andato completamente distrutto. I militari hanno ascoltato il suo racconto e in base alle informazioni fornite dal cinquantottenne e dalla descrizione dei due aggressori, nel giro di pochi giorni li hanno identificati e hanno informato la Procura della Repubblica di Roma.

Il figlio confessa di aver picchiato a sangue un ragazzino, il padre: “Dove abbiamo sbagliato?”
Il figlio confessa di aver picchiato a sangue un ragazzino, il padre: “Dove abbiamo sbagliato?”
102 di Videonews
Mentre Gualtieri festeggia la vittoria da sindaco, Carlos viene sfrattato dopo aver perso il lavoro
Mentre Gualtieri festeggia la vittoria da sindaco, Carlos viene sfrattato dopo aver perso il lavoro
Casal Bertone, accoltella il figlio in strada dopo una lite: arrestato 57enne, era fuggito
Casal Bertone, accoltella il figlio in strada dopo una lite: arrestato 57enne, era fuggito
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni