Al momento non ci sono altre ipotesi plausibili al vaglio con concretezza oltre a quella di un drammatico incidente domestico. La ragazzina di 12 anni precipitata ieri mattina dall'abitazione al secondo piano di via Rio dei Combattenti alla periferia di Cerveteri, comune della provincia Nord di Roma, sarebbe caduta attorno alle 8.40 dal balcone per un incidente, dopo essere salita su una sedia di accostata alla ringhiera avrebbe perso l'equilibrio. Da quanto ricostruito finora in quel momento in casa con la minore si trovava solo la sorella maggiore di diciassette anni mentre i genitori erano già usciti per recarsi a lavoro.

Dopo il trasporto in eliambulanza è ancora in prognosi riservata

A salvare la vita alla dodicenne un albero sottostante che, nonostante gli oltre sei metri di caduta, ha rallentato la discesa e lo schianto con l'asfalto. Soccorsa immediatamente dal personale sanitario giunto sul posto le sue condizioni sono apparse subito molto serie ai soccorritori del 118 che hanno richiesto l'intervento di un'eliambulanza. Atterrato l'elicottero è stata trasferita al Policlinico Gemelli di Roma dove si trova tutt'ora ricoverata in condizioni gravissime. Ricoverata in codice rosso è ora in prognosi riservata: nella caduta ha riportato in particolare modo un grave trauma cranico con fratture.

Le indagini sulla caduta della 12enne dal balcone

A occuparsi delle indagini i carabinieri della stazione di Cerveteri con il coordinamento della Compagnia di Civitavecchia. Per prima cosa i militari, anche se ancora sotto choc hanno ascoltato la sorella maggiore della giovanissima. La 17enne ha raccontato ai carabinieri che, al momento della caduta della sorella dal balcone si trovava in un'altra stanza. Ascoltati anche alcuni inquilini e i genitori della ragazzina.