11 Maggio 2022
9:32

‘Ndrangheta, sequestrata tavola calda del boss della droga a Casal del Marmo

Sequestrate la tavola calda e la villa del boss Pasquale Vitalone, in carcere dallo scorso febbraio perché ritenuto a capo del commercio di droga nella zona nord ovest della capitale.
A cura di Beatrice Tominic

Si aggira intorno a 500mila euro il valore dei beni immobili sequestrati a Pasquale Vitalone: il sequestro comprende parte del patrimonio ottenuto in maniera illecita dal boss a capo del giro di droga di numerose piazze di spaccio romane, da Casal del Marmo a Roma est. I beni che sono riusciti ad individuare gli agenti oggi sono una villa con giardino, dove viveva la moglie e un locale tavola calda con annessa tabaccheria, ancora in attività, dal valore di circa 250mila euro ciascuno.

Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Roma – Sezione “Misure di Prevenzione”, è partito a seguito di numerose indagini patrimoniali e bancarie svolte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selci coordinati con la Procura della Repubblica Capitolina e la Direzione Distrettuale Antimafia. Con questo sequestro, che si inserisce nella strategia di contrasto alle associazioni criminali, continua la lotta ai beni accumulati in maniera illecita.

Chi è Pasquale Vitalone

Pasquale Vitalone, boss classe 1976, è ritenuto socialmente pericoloso a causa dei reati per associazione mafiosa e contro il patrimonio e dei suoi contatti con gli esponenti di primo piano della ‘ndrangheta, fra cui quelli della cosca degli Alvaro di Sinopoli.

Da poco più di un anno è sottoposto alla custodia cautelare perché ritenuto capo-promotore di una associazione dedita al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti a seguito dell'indagine "Enclave" coordinata dai carabinieri di via in Selci.

L'indagine Enclave

I militari, nel corso del febbraio del 2021 hanno sgominato l'ampia rete criminale che si occupava del commercio di grandi quantità di droga (cocaina, hashish e marijuana) nella zona a nord ovest della capitale, nel quartiere di Casal del Marmo, ma che influenzava le piazze di spaccio anche a Tor Bella Monaca e Borghesiana, nel quadrante est della città.

Incidente alta velocità, ritardi fino a 90 minuti e treni cancellati: alcuni non fermano a Termini
Incidente alta velocità, ritardi fino a 90 minuti e treni cancellati: alcuni non fermano a Termini
Emergenza siccità, parla l'esperto:
Emergenza siccità, parla l'esperto: "Il razionamento dell'acqua è utile, ma non basta"
Minacce a colpi di pistola davanti casa: l'imprenditore aveva denunciato i suoi usurai
Minacce a colpi di pistola davanti casa: l'imprenditore aveva denunciato i suoi usurai
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni