Emergenza rifiuti Roma
22 Febbraio 2022
11:01

Emergenza rifiuti: Gualteri sceglierà dove fare la nuova discarica di Roma tra sette aree

Via Canestrini, via Ardeatina, via della Solfatara nel IX Municipio, via della Pisana all’XI Municipio e via Zagarolese nel VI Municipio. Sono alcune delle sette aree che potrebbero ospitare la nuova discarica di Roma.
A cura di Alessia Rabbai
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza rifiuti Roma

Uno o due è il numero degli invasi nel territorio di Roma che ospiteranno la nuova discarica. Il sindaco Roberto Gualtieri entro il mese di marzo dovrà indicare alla Regione Lazio il sito, che ricadrà tra sette possibili aree. Decisione che farà seguito a quella già presa dalla Giunta capitolina rispetto all'approvazione delle delibere sui progetti preliminari di Ama Spa, per i nuovi impianti per il trattamento dei rifiuti solidi urbani. Un nuovo piano quello del Campidoglio, che mira a far fronte alla ciclica emergenza rifiuti di Roma, con l'obiettivo di tendere il più possibile a chiudere il loro ciclo  all'interno del territorio comunale, in quanto vengono trasferiti fuori regione. Alla nuova discarica o discariche saranno destinati i rifiuti lavorati dagli impianti di Trattamento meccanico biologico (Tmb).

I sette siti per le discariche di Roma

I siti nei quali potrebbe ricadere la nuova discarica di Roma sarebbero alcune di quelle già indicate nella lista del 2019: per quanto riguarda il territorio di Roma Capitale ricadente all'interno del Grande Raccordo Anulare, le ipotesi principali sono su via Canestrini, via Ardeatina, via della Solfatara nel IX Municipio, via della Pisana all’XI Municipio e via Zagarolese nel VI Municipio. Figurerebbero poi altre due aree ‘residuali', una localizzata in via della Selvotta, sempre nel IX Municipio e una seconda area in via Ardeatina. Al di fuori del Raccordo ci sarebbero invece il territorio tra Magliano Romano e Rignano Flaminio e Pizzo del Prete e Tragliatella al confine tra fra Roma e provincia.

I nuovi impianti di Roma

Le delibere approvate dalla Giunta capitolina lo scorso 11 febbraio per partecipare ai bandi del Pnrr riguardano i progetti preliminari per la realizzazione di quattro nuovi impianti a Roma. Due di questi sarebbero destinati ad ospitare 100mila tonnelate ciascuno della frazione organica, due grossi biodigestori che verrebbero costruiti ad Osteria Nuova nel XV Municipio e a Casal Selce, XII Municipio. Per altri due impianti destinati al trattamento di palstica e carta sono stati invece individuati Rocca Cencia e Ponte Malnome (XII). Impianti la cui realizzazione vedrebbe una spesa complessiva di 161 milioni di euro, dei quali 123 finanziati con le risorse Pnrr e 38 con fondi provenienti dal piano degli Investimenti di Ama.

101 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni