Frase shock del sottosegretario ai Trasporti Edoardo Rixi, che se la prende ancora una volta con l'ex presidente della Camera Laura Boldrini. Il viceministro, intervenuto a Circo Massimo, proprio in occasione della ‘Festa delle donne', ha detto: "Laura Boldrini ha sfruttato il suo essere presidente della Camera per prendersela con Camiciottoli, sindaco di un paese di mille abitanti che fa del volontariato". La questione riguarda la sentenza del tribunale di Savona, che ha condannato il sindaco leghista di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli per diffamazione: aveva augurato uno stupro a Laura Boldrini.

Nel 2017 Camiciottoli propose con un post di far scontare i domiciliari ai responsabili di uno stupro avvenuto a Rimini a casa dell'esponente di LeU, aggiungendo: "Magari le mettono il sorriso". Il giudice ha dato ragione a Laura Boldrini, condannando il primo cittadino al pagamento di una multa di 20mila euro (con pena sospesa subordinata al risarcimento dei danni entro un mese), più le spese processuali. Il pm aveva chiesto 8 mesi di reclusione. Camiciottoli ha detto di voler ricorrere in appello. Ora la Lega ha chiesto le sue dimissioni, ma Rixi insiste: "Non ha fatto male a nessuno. Da parte di Boldrini mi è sembrato esagerato andarlo a dipingere così".

Subito dopo la sentenza il viceministro Rixi era già corso in aiuto del collega del Carroccio: "Solidarietà a Matteo Camiciottoli, sindaco della Lega a Pontinvrea, oggi condannato nel processo con la ex presidente della Camera Boldrini (quella delle "risorse" che ci pagano la pensione, ricordate?). Forza sindaco! Il lavoro che fai ogni giorno per i tuoi concittadini dimostra che persona per bene sei, più di mille sentenze di qualsiasi tribunale". 

Non contento della sua precedente esternazione, in un altro post su Facebook aveva rincarato la dose, rispondendo al giornalista Marco Preve, che lo aveva attaccato per il processo per le spese pazze in Liguria, in cui Rixi deve rispondere del reato di peculato: "Come sa lo stesso Camiciottoli, non concordo con quanto detto da lui, ma credo che quanto abbia fatto come sindaco dimostri che è una persona migliore di come alcuni giornalisti lo dipingono. Possono fare ciò che vogliono, ma non possono impedirci di pensare, né di parlare. Preve se ne faccia una ragione, d'altronde se facessi come la Boldrini, lui sarebbe sempre alla sbarra".