Se non fosse che è avvenuto tutto realmente provocando anche attimi di tensione e paura tra i presenti, quello che è accaduto nei giorni scorsi a Rimini sembra una scena da film comico. Un attempato rapinatore infatti si è presentato col volto travisato in un ufficio della città costiera e arma in pugno ha intimato a tutti di stare fermi perché quella in atto era una rapina. In pochi atti però si è reso conto che in realtà quella non era una banca come pensava lui ma una semplice filiale di un'agenzia di consulenza finanziaria. Al maldestro ladro non è rimasto che chiedere scusa e defilarsi senza dare troppo nell'occhio. Protagonista dell'insolita scena, come riporta il Corriere di Romagna, una signore sulla sessantina che parlava bene italiano.

L'uomo aveva il volto coperto da una sciarpa e una pistola in pugno, probabilmente falsa, quando ha fatto irruzione nella sede della Bnl Paribas nel centro di Rimini urlando: "Fermi, questa è una rapina, datemi tutti i soldi che avete". All'unica operatrice dietro lo sportello è toccato quindi di spiegargli che non si trattava di una banca. "Guardi che qui di soldi non ce ne sono, qui si viene solo per avere informazioni su come investire", ha spiegato la donna. L'uomo quindi ha chiesto scusa e si è dileguato. L'impiegata ha raccontato ai carabinieri di non aver avuto paura dopo aver capito che la pistola era un giocattolo e che il rapinatore si è calmato subito ma è stata comunque presentata la denuncia.