Un drammatico incidente stradale che ha coinvolto un Pullman Flixbus è costato la vita a una nostra connazionale nelle scorse ore in Germania. La tragedia è avvenuta domenica pomeriggio mentre il mezzo viaggiava lungo l'autostrada A9 nei pressi di Bad Dürrenberg, vicino a Lipsia. Per motivi ancora da accertare, l'autobus, che era carico di persone, ha improvvisamente sbandato prima di schiantarsi contro il guardrail e capovolgersi su un fianco. Il violento impatto ha distrutto il mezzo provocando in ferimento di decine di passeggeri che erano a bordo, tra cui nove che sono ora ricoverati in gravi condizioni,  e un morto. La vittima è Cristina Pavanelli, 63enne residente a Baselga del Bondone, frazione del comune di Trento. La donna è morta davanti agi occhi del figlio e della figlia che erano in viaggio con lei e sono rimasti feriti nello stesso schianto, anche se fortunatamente non risultano in pericolo di vita.

Come ricostruiscono i giornali trentini, la donna era in viaggio di piacere. Era andata in Germania per assistere alla finale di champions League di volley vinta sabato sera dalla squadra italiana Lube Civitanova. Cristina, che era diventata vedova due anni fa, infatti era appassionata di volley. Era salita sul pullman insieme ad altri membri di un gruppo di tifosi trentini. Il mezzo proveniva da Berlino e si stava dirigendo verso Monaco con 75 passeggeri a bordo quando si è consumato il dramma. Dopo lo schianto l'autostrada è stata completamente bloccata per diverse ore e sul posto sono accorsi decine di mezzi di vigili del fuoco, ambulanze e polizia.

I passeggeri feriti son stati fatti uscire dai finestrini rotti del mezzo e poi accompagnati nei diversi ospedali della zona. Tra di loro anche l'autista del pullman che è in gravi condizioni e per questo non è ancora stato ascoltato. Sul caso indaga ora la polizia tedesca che da una prima ipotesi indica come motivo dello schianto un colpo di sonno proprio da parte del conducente. "La nostra solidarietà va ai passeggeri, ai conducenti, alle loro famiglie e ai loro amici", ha dichiarato la compagnia Flixbus in una nota.