Un professore universitario di farmacologia che dà lezioni ai suoi studenti su come produrre metanfetamina. No, non è la trama un po’ rivisitata della nota serie tv Breaking Bad – dove il docente in questione, Walter White, è un insegnante di chimica che inizia a produrre droga dopo essersi ammalato di un cancro incurabile pur di aiutare economicamente la sua famiglia – ma in questo caso quel docente esiste davvero e vive e lavora in Giappone. E ora, per aver insegnato ai suoi studenti a produrre metanfetamina, rischia 10 anni di carcere. Secondo quanto riportano i media locali, gli inquirenti sospettano che il professore, docente sessantunenne dell'Università di Matsuyama, nel Giappone occidentale, abbia tenuto tra il 2011 e il 2013 lezioni sulla produzione di Mdma – sostanza anche nota come ecstasy – e di un farmaco simile alla cannabis, il 5F-QUPIC, allo scopo di produrre droga.

Il rettore: "Ci scusiamo con studenti e genitori" – Il professore giapponese, ben presto paragonato proprio al personaggio di Walter White in Breaking Bad,  dinanzi alle accuse si sarebbe difeso spiegando di aver tenuto le lezioni al solo scopo didattico, insomma per “approfondire le conoscenze” dei suoi studenti. A quanto si apprende, non sarebbe stato sequestrato nessun quantitativo di droga ma il prof rischia comunque una pena severa e potrebbe essere condannato fino a dieci anni di carcere. In Giappone la legge impone l'obbligo di licenza ai ricercatore per fabbricare narcotici a scopi accademici. Gli inquirenti ritengono anche che undici studenti del prof abbiano sfruttato quelle lezioni per produrre droga. “Ci scusiamo sinceramente per aver causato grande preoccupazione agli studenti e ai loro genitori”, ha intanto dichiarato Tatsuya Mizogami, il rettore dell'università.