Con un avviso pubblicato oggi sul portale dedicato ai richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori, il Ministero della Salute ha annunciato oggi il ritiro dal mercato di un lotto di pomodorini in scatola Decò disposto dalla stessa azienda produttrice per rischio chimico. Nel dettaglio, il richiamo dagli scaffali dei negozi  riguarda i pomodorini marchiati dalla stessa grande catena di supermercati e prodotti per Multicedi Srl dall'azienda Conserve Alimentari Futuragri  Società Consortile Agricola per Azioni nel proprio stabilimento  sito nella zona industriale ASI di Foggia, in località Incoronata. Il prodotto interessato dal richiamo è venduto in latte da 400 grammi, con il numero di lotto LA213 e il termine minimo di conservazione fissato al 31/12/2020. Il prodotto quindi è commercializzato solo nei punti vendita forniti da Multicedi srl e non interessa i punti vendita della  Sicilia.

Come spiega l'avviso del Ministero, il richiamo si è reso necessario per la presenza di valori di Clormequat superiori ai limiti stabiliti dal Regolamento (CE) 396/2005 e successive modifiche. Il clormequat è un fitofarmaco, un pesticida usato nell'agricoltura perché noto per il suo effetto sulla regolazione della crescita delle piante, che rende la pianta più bassa e resistente agli agenti atmosferici e ai parassiti. Il suo uso però è strettamente regolato dalle norme europee che ne limitano la presenza nei prodotti finali messi in vendita per i consumatori a un livello non superiore allo 0,01 mg/kg. Decò raccomanda ai suoi clienti che già avessero acquistato il prodotto con il numero di lotto segnalato di non consumarlo e di riconsegnarlo al punto vendita d’acquisto che lo immagazzinerà per poi riconsegnarlo a sua volta al produttore.