Quella che doveva essere una vacanza all'insegna del divertimento con i suoi amici, si è trasformata in tragedia per un ragazzo originario di Pisa di 24 anni. Salvatore Cipolletti si trovava infatti a Varsavia, in Polonia, quando per cause che sono ancora in via di accertamento, è precipitato dal quinto piano di un appartamento che il giovane studente e lavoratore aveva preso in affitto insieme ad altre due persone. Il ragazzo è deceduto sul colpo dopo essersi schiantato sull'asfalto. I fatti risalgono allo scorso 9 marzo, ma solo oggi la notizia è stata diffusa in Italia. Sull'episodio, che per il momento resta avvolto nel mistero, indaga la polizia polacca. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti fornita dagli inquirenti locali, Salvatore, che era arrivato in città due giorni prima della tragedia, il 7 marzo, si trovava in casa con i due amici ed altri due polacchi.

Al momento, non è esclusa nessuna ipotesi, dall'incidente alla caduta accidentale in seguito a un malore per l'eventuale abuso di sostanze fino all'omicidio. I familiari del giovane si trovano al momento in Polonia e sono assistiti dall'ambasciata italiana ma la salma di Cipolletti non è ancora stata restituita alla famiglia e tornerà in Italia insieme ai parenti solo nei prossimi giorni quando le autorità polacche avranno terminato gli accertamenti scientifici sul suo corpo. In particolare, si attendono i risultati delle analisi tossicologiche e la consulenza autoptica che potranno almeno chiarire se quella sera il ragazzo e i suoi amici abbiano fatto uso di sostanze stupefacenti, mentre gli inquirenti stanno interrogando i testimoni oculari di quella serata finita in dramma. Intanto tutta la comunità di Ponsacco, dove vive la famiglia di Salvatore, è sotto choc.