Un ragazzino di 14 anni ha accoltellato il compagno della madre dopo aver scoperto che l’uomo, 46 anni, picchiava i suoi due fratelli e sua sorella nella loro abitazione a Pompei, nel Napoletano. Il ferito è stato soccorso e portato all'ospedale di Nocera Inferiore, dove si trova ricoverato in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita. Il giovane è stato invece segnalato alla Procura dei minori di Napoli e riaffidato alla madre. A scatenare la furia del 14 enne, come detto, è stato la scoperta che il compagno della madre, adottava comportamenti violenti nei confronti dei suoi fratelli. Il fatto è avvenuto, ieri sera quando il ragazzino ha sorpreso l’uomo mentre stava malmenando, presumibilmente in stato di alterazione dovuto ad abuso di alcolici, con calci e pugni, i fratellini più piccoli e, per difenderli, è intervenuto con un coltello fino a procurargli una ferita ad un orecchio. Al nosocomio di Nocera Inferiore, il 46 enne è sottoposto a un intervento chirurgico per “ferita da taglio alla regione temporale sinistra e otorragia”. Non è in pericolo di vita. Gli inquirenti hanno sequestrato l’arma con cui il giovane ha ferito il compagno della madre.