487 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
15 Giugno 2022
22:36

Ucraina, Guerini rinnova impegno dell’Italia a sostegno di Kiev “per la difesa della sua sovranità”

Il ministro della Difesa Guerini ribadisce la posizione del nostro Paese rispetto al conflitto in Ucraina: “L’Italia crede convintamente in questa azione corale. La coesione dei partner europei e Nato è un fattore indispensabile per favorire una soluzione alla crisi”.
A cura di Annalisa Cangemi
487 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha ribadito l'impegno dell'Italia nella guerra a sostegno di Kiev, dopo aver incontrato a Bruxelles il suo omologo ucraino, Oleksij Reznikov, in occasione dell'incontro del gruppo multilaterale che riunisce i membri della Comunità internazionale più attivi nel sostegno al Paese invaso da oltre 100 giorni dalla Russia.
Nella riunione il ministro dem ha evidenziato le azioni dell'Italia a supporto della resistenza delle forze armate ucraine.

"L'Italia crede convintamente in questa azione corale. La coesione dei partner europei e Nato è un fattore indispensabile per favorire una soluzione alla crisi. Incontri come questo, oltre a costituire un momento necessario di coordinamento operativo, permettono di consolidare una visione comune, di lungo periodo. L'Italia ribadisce con determinazione l'impegno a sostegno dell'Ucraina per la difesa della sua sovranità, e persegue incessantemente tutti gli sforzi per una soluzione diplomatica che porti alla pace". 

Nell'ambito del "Contact Group", il ministro ha ricordato le azioni dell'Italia a supporto della resistenza delle Forze armate ucraine. Un impegno politico, diplomatico e di natura materiale, "tuttora essenziale per assicurare un negoziato paritario". 

La riunione del Gruppo di contatto era stata preceduta da un bilaterale tra Guerini ed il ministro ucraino Oleksii Reznikov. Anche in quel contesto, il titolare della Difesa aveva avuto modo di sottolineare come "l'unità di intenti tra partner sia un moltiplicatore della nostra capacità di influenzare gli eventi nella direzione della pace. Una pace che deve essere equa e rispettosa del diritto internazionale e dei diritti del popolo ucraino".
La visita a Bruxelles proseguirà, questa sera, con una sessione di approfondimento sul sostegno all'ingresso di Finlandia e Svezia nell'Alleanza Atlantica e sul partenariato con la Georgia, oltre a un ulteriore focus sul conflitto russo-ucraino. Insieme ai ministri della Difesa Nato, presenti gli omologhi di Finlandia, Georgia, Svezia e Ucraina, alla presenza dell'Alto Rappresentante UE per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Josep Borrell. La due giorni si concluderà, domani, con la riunione del Consiglio Atlantico dei Ministri della Difesa Nato, di particolare rilevanza in vista del summit dell'Alleanza Atlantica previsto a Madrid per fine giugno.

487 CONDIVISIONI
2690 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni