Da oggi torna la zona gialla, riaprono bar e ristoranti all'aperto, moltissimi studenti delle scuole superiori tornano in classe e via libera anche a cinema e teatri. Ma il coprifuoco rimane alle 22 e all'interno della maggioranza continuano gli scontri. Matteo Salvini ha lanciato una petizione online per togliere il coprifuoco e assicura: "Da dentro lo cancelleremo, questo è l'impegno che mi sono preso".

Il leader della Lega non molla sul coprifuoco, una misura che "continua ad avere sempre meno senso" dal momento che "dagli ospedali di tutta Italia arrivano buone notizie". Sulla pagina online della petizione si legge: "Noi donne e uomini liberi d’Italia, chiediamo la cancellazione dell’insensato COPRIFUOCO e la riapertura di TUTTE le attività nelle zone (gialle o bianche) in cui il virus sia sotto controllo".

Nel corso di una diretta notturna su Facebook Salvini, presentando la campagna, ha aggiunto: "Se siamo dentro questo governo possiamo modificare le scelte sbagliate di qualche ministro, da dentro si cambiano le cose e ci si impone per usare bene i fondi che arriveranno dall'Europa". Una replica alle accuse che gli aveva rivolto ieri pomeriggio il segretario del Partito democratico Enrico Letta, che aveva detto: "Oggi Salvini partecipa a una raccolta firme contro il coprifuoco che il governo di cui fa parte ha stabilito, se non vuole stare al governo non ci stia".  E ancora, su Twitter: "l segretario del Pd Letta non si fida degli italiani e li vuole tenere ancora chiusi in casa. Io mi fido degli Italiani e vorrei che tornassero a vivere, lavorare, sorridere".

Salvini infine ha rilanciato: "Io e la Lega daremo l’anima dentro al governo, perché le le battaglie si combattono stando dentro e non uscendo o scappando, cercando di limitare la prepotenza di chi vede solo rosso, divieti, chiusure e coprifuoco". Un riferimento anche al ministro della Salute, Roberto Speranza, che sempre ieri pomeriggio aveva ribadito: "L'orario delle 22 ci consente di ridurre la mobilità ed è una scelta che il governo ha deciso di fare dentro una cornice di prudenza. Monitoreremo la situazione di settimana in settimana, se ci saranno le condizioni sarò il più felice di tutti a fare altri passi avanti, sul coprifuoco e altre misure".