375 CONDIVISIONI
29 Giugno 2022
11:17

Mario Draghi ha davvero chiesto a Beppe Grillo di rimuovere Giuseppe Conte dal M5s?

Domenico De Masi, sociologo e coordinatore della scuola di formazione del M5s, racconta che Mario Draghi avrebbe detto a Beppe Grillo di rimuovere Giuseppe Conte dall’incarico di presidente del Movimento. Il Garante, però, ha smentito.
A cura di Annalisa Girardi
375 CONDIVISIONI

Mario Draghi avrebbe chiesto a Beppe Grillo di rimuovere Giuseppe Conte dall'incarico di presidente del Movimento Cinque Stelle. È quanto ha raccontato in un'intervista con Il Fatto Quotidiano Domenico De Masi, professore emerito all'Università Sapienza di Roma e coordinatore della scuola di formazione del M5s. De Masi avrebbe incontrato il Garante Cinque Stelle in questi giorni, durante la sua visita nella capitale per fare il punto dopo la scissione operata da Luigi Di Maio: "Il tema dell'incontro è stato a situazione del Movimento, e la crisi innescata dalla scissione di Luigi Di Maio, Grillo mi ha detto che ha rapporti frequenti con Draghi, cosa che ha raccontato anche ai deputati delle commissioni, mi risulta. Mi ha spiegato che il premier gli manda messaggi sulle cose da fare, sui provvedimenti da approvare, insomma sul rapporto da tenere con il governo", ha raccontato De Masi.

Insomma, Grillo e Draghi sarebbero in contatto e avrebbero condiviso diverse riflessioni politiche sul Movimento e sul governo. "Grillo dal governo non vuole uscire. Credo che il suo no allo strappo dipenda dal suo rapporto con Draghi", ha spiegato ancora il sociologo. Che invece giudica quello con Conte "conflittuale". E ha sottolineato: "Teme che Conte gli tolga potere, ma il presidente del M5s non è un furbastro, è un brav'uomo. Inoltre, penso che anche Luigi creda in Draghi. È giovane, si è lasciato influenzare". Infine, De Masi ha concluso affermando che se fosse in Conte, lui se ne andrebbe.

La smentita di Grillo: "Coprite la verità"

Beppe Grillo, però, da parte sua ha smentito tutto. "Draghi avrebbe chiesto di rimuovere Conte perché inadeguato? Coprite con le vostre storielle la verità", ha detto interrogato dai giornalisti sulle parole di De Masi. A quanto comunicano alcune agenzie di stampa il Garante dovrebbe incontrare questo pomeriggio i Cinque Stelle membri del governo, ministri e sottosegretari. E con loro dovrebbe parlare della permanenza nell'esecutivo. In seguito dovrebbe incontrare nuovamente Conte, sempre a quanto si apprende.

La reazione di Conte

"Vorrei precisare che Grillo mi aveva riferito di queste telefonate, vorrei chiarire che siamo una comunità, lavoriamo insieme. Lo trovo sinceramente grave che un premier tecnico che ha avuto da noi fin dall'inizio l'investitura per formare un governo d'unità nazionale, si intrometta nella vita di forze politiche che lo sostengono per altro", ha commentato da parte sua Conte, dicendosi "sconcertato" del fatto che Draghi possa aver chiesto a Grillo di rimuoverlo dal suo incarico.

375 CONDIVISIONI
Conte:
Conte: "Telefonata con Draghi per farmi fuori? Io credo a Grillo"
Il M5s pubblica i nomi per le parlamentarie, Conte candidato alla Camera nel collegio Lazio 1
Il M5s pubblica i nomi per le parlamentarie, Conte candidato alla Camera nel collegio Lazio 1
M5s, Conte:
M5s, Conte: "Nessuna deroga alla regola del limite dei due mandati"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni