news

L’appello di Renzi a Conte: “Siamo ancora in tempo per fermarci, torniamo alla politica”

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, torna ad aprire al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, chiedendo di mettere da parte le polemiche: "Siamo ancora in tempo per fermarci: il mio appello è anziché andare a fare un compro-baratto e vendo dei singoli parlamentari, il mio appello è torniamo alla politica".

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, sembra usare toni più pacati e più aperti al confronto verso il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Dopo l’apertura della crisi di governo Renzi parla a Piazza Pulita, su La7, sostenendo che “siamo ancora in tempo per fermarsi: il mio appello è anziché andare a fare un compro-baratto e vendo dei singoli parlamentari, il mio appello è torniamo alla politica”. Renzi si rivolge direttamente a Conte: “Il mio personalissimo suggerimento al presidente del Consiglio e a tutti gli altri è smettiamola di fare le polemiche, se vogliamo confrontarci noi ci siamo”. Italia Viva torna quindi ad aprire all’idea di restare nella maggioranza, ipotesi che però vede – almeno finora – la contrarietà delle forze di maggioranza, soprattutto del Movimento 5 Stelle.

Il leader di Italia Viva ribadisce: “Il mio appello è non fate un baratto di singoli parlamentari, tornate alla politica”. A chi gli chiede se la sua nuova apertura dopo il ritiro delle ministre di Italia Viva sia segno di incertezza, il senatore replica: “Non è che è un segno di incertezza, è un segno di aprirsi al compromesso. Abbiamo scritto una lettera al premier che il premier non ha nemmeno letto e se l’ha letta non ha nemmeno risposto”. Renzi sostiene che quella in corso non sia una vera crisi di governo, per un semplice motivo, formale: “Il presidente del Consiglio non è andato a dimettersi e non lo farà mai. La crisi che  c'è è quella economica. Noi abbiamo lo stesso Pil del '99 dopo la pandemia. Se volete confrontarvi nelle sedi istituzionali noi vi abbiamo scritto, vi abbiamo fatto le proposte, ci siamo”.

Non manca un riferimento di Renzi a Ciampolillo, il senatore diventato noto dopo la votazione all’ultimo secondo a Palazzo Madama sulla fiducia al governo: “Non ci prenderete mai come dei Ciampolillo qualsiasi,  insaponando gli ulivi e dicendo che i vaccini non servono”. Renzi, inoltre, si rivolge anche al Pd: “Il Partito Democratico sta scegliendo di abbracciare i Cinque Stelle e il presidente del Consiglio. Mi sono domandato se mi convenisse fare questa battaglia, il mio appello è: tornate alla politica anziché fare un baratto con i parlamentari”.

CONTINUA A LEGGERE SU FANPAGE.IT

Covid Campania, De Luca: "Assembramenti sul lungomare da brividi. Così torniamo zona rossa"
Tra pandemia, vaccini e crisi il Pd pensa al Congresso: per Zingaretti non è più "da marziani"
Movimento 5 Stelle: alla Camera nasce la componente "L'alternativa c'è", fondata da 12 dissidenti
Verso il nuovo Dpcm anti-Covid: come potrebbe cambiare la lotta alla pandemia con il governo Draghi
Quali attività potrebbero riaprire con il nuovo dpcm: da cinema a palestre e piscine
Perché i ristoranti sono aperti a pranzo, ma non la sera per cena
Bimba di 11 anni positiva al Covid intubata in rianimazione a Bologna: non ha altre patologie
L'avvocato di Berlusconi nel processo escort è diventato sottosegretario alla Giustizia
Focolaio covid al pranzo di San Valentino al ristorante: decine di contagiati a Cupra Marittima